Bellano: 5 cose da fare

BELLANO 5 COSE DA FARE
Cosa puoi fare in vacanza a Bellano con un bambino 0-3 anni...un posto incantevole e pittoresco per la famiglia.

Condividi il post

Siamo a Bellano sul lago di Como per una vacanza di una settimana e qui ci sono tante cose da fare per una famiglia con i bambini.

Dal nostro appartamento al piano terra con giardino abbiamo un paesaggio pittoresco.

Sembra di essere sospesi tra cielo e lago.

Nostro figlio di 16 mesi è entusiasta!

Vediamo cosa fare in vacanza a Bellano con un bimbo 1-3 anni e….perché no anche per noi genitori.

BELLANO 5 COSE DA FARE
Bellano: 5 cose da fare in famiglia

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

Dove si trova Bellano

Bellano è un comune in provincia di Lecco e si trova sulla sponda orientale del Lago di Como.

Un paese davvero pittoresco, che da un lato ha lo splendido lago azzurro e dall’altro la montagna.

La sua posizione strategica ha reso questo borgo una meta turistica facilmente raggiungibile.

Bellano è attraversata dalla strada litoranea, dal Sentiero del Viandante e dalla strada che porta in Valsassina.

Puoi raggiungere Bellano in poco tempo da:

  • Milano in  1 ora e 15 minuti circa; 
  • Monza in 55 minuti circa; 
  • Bergamo in 1 ora e 15 minuti circa; 
  • Como in 1 ora e 10 minuti circa; 
  • Lecco in 25 minuti circa;
  • Sondrio in 55 minuti circa;
  • Varese in 1 ora e 25 minuti circa.

Il clima di Bellano

Il clima di Bellano è gradevole.

Il periodo migliore per visitarla è settembre, mese in cui le precipitazioni sono scarse e la temperatura di 18° è gradevole.

La temperatura durante l’anno è piacevole, raggiunge la temperatura media più alta nel mese di luglio con 25 gradi e la più bassa nel mese di gennaio con 3 gradi.

In questa calda estate 2022 le temperature hanno superato i 30 gradi anche qui ma la sua brezza ha consentito comunque una gradevole permanenza.

Il clima di Bellano è gradevole
Il clima di Bellano è gradevole

Perché Bellano è detto paese degli artisti

Quando arriviamo a Bellano leggiamo subito “paese degli artisti”.

Il motivo è che in questo paese sono nati scrittori storici come Tommaso Grossi, Luciano Lombardi, Antonio Balbiani e Sigismondo Boldoni.

Quest’ultimo scrittore e letterato, Sigismondo Boldoni, ha un nome risalente probabilmente all’epoca etrusca.

Anche il maestro dell’arte pittorica Giancarlo Vitali è nato a Bellano.

Grazie a lui e alle sue opere Bellano è eterna e conosciuta nel mondo artistico.

Cosa fare a Bellano

Questo caratteristico paese, in origine di pescatori, è davvero caratteristico.

I suoi edifici sul lago sono colorati e le caratteristiche strade pedonali del borgo sono strette ma dal profumo autentico.

Il paesaggio che vediamo dal lago è affascinante e da qui possiamo ammirare la sponda opposta.

Dal porto turistico possiamo raggiungere facilmente e con il battello, altri splendidi paesi sul lago come l’affascinante Bellagio.

Questo è un paese ottimale per passare una gradevole vacanza con bambini.

Lo scorso anno siamo venuti per qualche giorno e nostro figlio aveva solo 3 mesi e mezzo.

>> Puoi leggere anche l’articolo “9 consigli per una vacanza famiglia con bimbi 0-1 anno”.

Ma cosa possiamo fare a Bellano?

Ecco cosa possiamo fare a Bellano:

  • lunghe passeggiate ammirando il paesaggio che circonda il lago;
  • sostare su una panchina lungo lago a leggere un libro distogliendo lo sguardo dal libro per ammirare la meraviglia di fronte ai nostri occhi;
  • visitare le caratteristiche Chiese del paese. La Chiesa di Santa Marta, nel centro storico, custodisce un gruppo di statue a grandezza naturale dello scultore Giovanni Del Maio che risalgono tra il 1496 e il 1536. A Bellano oltre alla Chiesa SS Nazaro e Celso possiamo visitare il Santuario della Madonna delle lacrime costruita dopo un evento miracoloso. All’interno ha un’unica navata ma è ricca di marmi, stucchi e dipinti che risalgono ad epoche diverse;
  • visitare il museo del latte e della storia della Muggiasca in località Vendrogno a Bellano. Questo museo è nato nel 2008 per conservare e tramandare reperti e tradizioni con una particolare attenzione alle fasi della lavorazione del latte;
  • visitare la Cà di Radio Vecc (la casa delle radio vecchie), il museo di grammofoni e radio d’epoca nato nel 2014. Lo troviamo all’interno di un’abitazione nel centro storico di Bellano. L’esposizione è divisa in sei sezioni in ordine cronologico, parte da Guglielmo Marconi e arriva fino agli anni sessanta;
  • visitare l’Orrido di Bellano, una gola naturale che si è formata 15 milioni di anni fa, dall’erosione del torrente Pioverna e del ghiacciaio dell’Adda. Il corso dei secoli ha modellato la roccia in gigantesche marmitte e affascinanti spelonche. Questo stretto canyon ha un sistema di passerelle ancorate sulle alte pareti a picco sull’acqua che oggi raggiungono la grande cascata che si trova all’inizio.
Bellano vacanza in famiglia
Bellano per una vacanza in famiglia

Bellano: passeggiate con bambini

Per le famiglie con bambini come la nostra, ci sono moltissime passeggiate che possiamo fare.

Il paese si presta per il passeggino e in questo modo possiamo goderci il panorama e cullare il nostro bimbo per un sonno sereno.

Le passeggiate adatte al passeggino sono:

  1. Il lungolago in parte alberato che ci consente una piacevole passeggiata in penombra, raggiunge la piccola spiaggia sul lago, di fianco al torrente Pioverna dove sfocia nel lago;
  2. Il centro storico dalla pavimentazione in pavè. I suoi vicoli stretti e caratteristici sono freschi e attraversati da una gradevole brezza in alcuni punti. I negozi sono piccoli e graziosi e i negozianti cortesi e affabili;
  3. Il Santuario di Lezzeno è rinomato per l’accoglienza dei visitatori e delle famiglie. Da Bellano possiamo raggiungere comodamente il Santuario in auto e poi usare il passeggino per una gradevole passeggiata con la famiglia. La tradizione racconta che nel 1688 un contadino passando davanti a una cappella dedicata alla Madonna e mentre recitava la sua preghiera vide la statua piangere lacrime di sangue. Il contadino avvisò parenti, amici e parroco che si recò a Milano per informare dell’accaduto. In seguito fecero erigere il Santuario con ornamenti di pregio, situato sull’altura che domina il Lago di Como. Oggi è diventato un luogo di pellegrinaggio rinomato.

Parco giochi per bambini

Bellano ha un bellissimo parco giochi per bambini situato proprio sul lungolago.

Si trova nella piazza, dove fanno il mercato di Bellano del giovedì.

Il suo nome è Parco Baleno ed è coperto in parte dagli alberi che permettono una gradevole ombra anche nell’orario più caldo.

Ha molti giochi adatti ai più piccoli ma anche altri per i bambini più grandi.

Il parco giochi è pulito e ben tenuto e ha dalle panchine centrali che permettono a noi genitori di controllare i bambini mentre giocano e si divertono al fresco.

Ogni mattina possiamo portare i nostri bambini per farli scatenare e divertire, passando da un gioco all’altro in sicurezza sotto il nostro controllo.

Lido con piscina di Bellano

Sul lungolago e di fianco alla piccola spiaggia c’è il lido con piscina di Bellano.

Durante la vacanza a Bellano dobbiamo portare i nostri bambini almeno una volta al lido di Bellano.

Il lido di Bellano ha la piscina fronte lago, una più grande e una più piccola adatta ai bambini.

Intanto noi genitori possiamo controllare i nostri bambini dai lettini intorno alla piscina o giocare in acqua con loro.

Il lido al suo interno ha il bar, il ristorante e la pizzeria, quindi possiamo pranzare comodamente ai tavoli.

Il lido mette inoltre a disposizione una piattaforma nel lago per i bambini più grandi e per i ragazzi da dove è possibile tuffarsi.

La spiaggia di Bellano

La piccola spiaggia di Bellano è un posto davvero caratteristico.

La spiaggia è gratuita e libera quindi se vogliamo portare i nostri bambini, conviene attrezzarci con un ombrellone o trovare un posticino sotto i pochi alberi all’ombra.

Con i bambini piccoli, nei mesi più caldi, è meglio andare al mattino dalle 9 alle 11 e tornare dalle 17 alle 19.

Il torrente Pioverna sfocia nel lago, proprio di fianco alla spiaggia di Bellano, e possiamo godere anche di questo splendore che in alcuni orari ha un riflesso unico sull’acqua che scorre.

Di fianco alla spiaggia c’è il Lido di Bellano e possiamo usufruire dei servizi come bar, ristorante, pizzeria e wc.

Il giro del lago di Como in battello

Durante la nostra vacanza a Bellano con i bambini non può mancare un giro del lago di Como in battello.

Possiamo imbarcarci comodamente dal porto turistico di Bellano e scegliere il giro che vogliamo fare.

Il giro ci permette di godere completamente di tutte le bellezze di questo fantastico lago.

Possiamo raggiungere Colico, la punta più a nord del lago, e andare fino a Lecco o Como (i due rami del lago).

Durante il giro possiamo ammirare tutti i paesi esposti sulla costa e programmare per la prossima gita dove vorremmo fermarci.

Se è la vostra prima volta sul Lago di Como vi consiglio di visitare alcuni paesi suggestivi come:

  1. Bellagio
  2. Menaggio
  3. Varenna
  4. Colico
  5. Lecco
  6. Como
  7. Cernobbio
  8. Domaso

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

Orrido di Bellano

L’orrido di Bellano è una gola naturale creata 15 milioni di anni fa dall’erosione del torrente Pioverna e del Ghiacciaio dell’Adda.

Nel corso degli anni la roccia si è modellata in gigantesche marmitte e affascinanti spelonche.

Tramite un sistema di passerelle ancorate alle pareti alte, a picco sull’acqua, si attraversa lo stretto canyon fino raggiungere la grande cascata.

Con i bambini piccoli è possibile visitare l’Orrido solo con un buon marsupio, perché non è un percorso adatto al passeggino.

Io farei questo percorso con i bimbi che superano almeno 1 anno usando un buon marsupio.

>> Leggi anche l’articolo “marsupio neonato”.

Cosa indossare per visitare l’Orrido di Bellano

Per visitare l’Orrido di Bellano è meglio indossare scarpe da ginnastica o da trekking tipo CMP Rigel Low Wmn Trekking e abbigliamento comodo per muoversi in modo agile.

In estate indossiamo tranquillamente una T-shirt e un pantaloncino e portiamo una felpa allacciata in vita in caso possa servire.

Lo stesso vale per i bambini ma fino a 3 anni è meglio tenerli nel marsupio e vestirli con T-shirt e calzoncini.

Se siete amanti della montagna, ci sono marsupi strutturati e comodi, dove il bambino si porta sulle spalle.

Bellano con bambini
Bellano con i bambini

Quanto costa entrare all’Orrido di Bellano

Per visitare l’Orrido di Bellano il costo del biglietto è:

  • adulti è di € 5,00 a persona;
  • bambini da 6 a 12 anni è di € 3,00;
  • bambini da 0 a 5 anni è gratuito;
  • comitive oltre le 15 persone è di € 4,00 a persona.

E’ possibile acquistare i biglietti anche online e trovi maggiori informazioni al link in evidenza dell’Orrido.

Quanto dura il giro dell’Orrido di Bellano

Il giro completo dell’Orrido di Bellano dura circa 30 minuti se si vuole visitare velocemente.

Durante il giro ci sono delle panchine, dove è possibile ammirare la spettacolare gola e la meravigliosa cascata.

Non vi è un limite di tempo per trattenersi durante il giro quindi fermandosi può durare più tempo.

Portate una macchina fotografica per immortalare questa meraviglia della natura…anche se oggi basta usare un buon cellulare!

Cosa fare dopo l’Orrido di Bellano

Dopo l’affascinante visita all’Orrido si scende nel centro storico.

Visitare il centro storico è altrettanto bello con i suoi stretti vicoli e i palazzi antichi.

Qui si può respirare l’aria fresca e i profumi del paese.

Il centro storico è adatto anche per il passeggino e consente di godersi una passeggiata rilassante.

Dal centro storico, attraversando uno di questi stretti vicoli, si raggiunge il lungolago con la sua vista pittoresca…da non perdere!

Cosa vedere vicino a Bellano

Vicino a Bellano ci sono molti luoghi incantevoli come:

  • Dervio
  • Castello di Coreano Plinio
  • Varenna

Dervio

La vicina Dervio offre la possibilità di visitare la Torre di Orezia nella frazione Castello.

Si può raggiungere anche dal Sentiero del Viandante, per gli amanti delle passeggiate, che parte dai piedi della rupe.

Si tratta di una ripida mulattiera in ciottolato con una vista panoramica che passa tra le case, le arcate e i portici dalle antiche origini.

Dalla torre si ammira lo splendido panorama su Dervio, sulle montagne circostanti e sul tratto del Lago di Como.

Nel Medioevo la torre aveva la funzione di difesa e di avvistamento per inviare segnali visivi da un punto all’altro del lago.

Dalla Torre di Orezia si possono vedere il Castello di Coreano e il Castello di Rezzonico.

Il lungolago di Dervio offre un panorama altrettanto spettacolare con la sua lunga passeggiata ricca di panchine.

Ci sono molti tratti di prato, dove poter sostare sotto gli alberi e rilassarsi leggendo un bel libro.

Il lungolago di Dervio è perfetto per i bambini, ottimale per il passeggino e ha uno splendido parco giochi fronte lago che ospita tavoli con panche di legno sotto gli alberi.

Basta organizzarsi e nel parco fronte lago con i tavoli è possibile pranzare e fare merenda mentre i nostri bambini giocano e si divertono.

Castello di Coreano Plinio

Il borgo Medioevale conserva una piazza ciottolata e alberata.

Intorno alla piazza, ci sono: la chiesa, il castello recinto, le tombe dei feudatari e le case di pietra arroccate sul promontorio che scende verso il lago.

La rocca fu completata nel 1357 dai Visconti ed è situata sulla via tra Valtellina e Valchiavenna.

La muraglia alta ha due torri, una a sud più stretta e una a nord quadrangolare.

La parte di recinzione mancante consente di ammirare il paesaggio circostante.

Varenna

Varenna è un grazioso paesino che si affaccia sul Lago  di Como con le tipiche facciate colorate delle abitazioni.

Uno speciale patrimonio artistico dove si respira un’atmosfera romantica.

Il suo borgo di soli 700 abitanti, è stato in passato un piccolo villaggio di pescatori.

Si può raggiungere Varenna anche con il battello sbarcando direttamente al porticciolo turistico e ammirando la vista del borgo dal lago.

Da fare assolutamente a Varenna è la passeggiata degli innamorati.

Si tratta di una breve passerella di metallo ad arco ricoperta da piante rampicanti.

Nella stagione calda si possono ammirare i mille colori e odori della fioritura.

In cima a Varenna si ammira l’affascinante Castello di Vezio con la sua torre quadrata.

Dove dormire a Bellano

A Bellano puoi dormire in uno dei bellissimi appartamenti in affitto.

Ci sono appartamenti vicini al lago, nel tipico centro storico e nelle frazioni circostanti più in alto rispetto al livello del lago ma dove puoi ammirare uno spettacolare panorama del Lago di Como…questa è stata la nostra scelta.

A Bellano puoi decidere di dormire anche in un B&B oppure in un albergo dal sapore autentico.

Bellano da scoprire
Bellano da scoprire!

5 piatti tipici di Bellano da mangiare

Ci sono 5 piatti tipici da assaggiare a Bellano durante la nostra vacanza prima di partire:

1. Miascia, una torta tipica con il pane raffermo

2. Nusit, dei tortelli fritti

3. Pàtoi, dei ravioli con brasato, amaretti e pangrattato

4. Missoltino, è il pesce agone salato e fatto essiccare

5. Risotto al pesce persico

Conclusioni

Una vacanza a Bellano è assolutamente indimenticabile.

Con la famiglia al completo e nostro figlio di 16 mesi ci siamo divertiti e rilassati.

Questo è un paese circondato da bellezza e fascino ovunque posi lo sguardo.

I colori del lago cambiano in base all’orario e ti perdi nell’ammirarlo.

Per i bambini piccoli è assolutamente adatto e il suo parco giochi fresco e alberato mancherà molto a noi e a nostro figlio…la nostra gradevole tappa giornaliera.

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? SCRIVIMI NEI COMMENTI

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli pubblicati

EDUCAZIONE POSITIVA: PRINCIPI E BENEFICI
Ricominciare

Educazione positiva: Principi e benefici

L’educazione positiva è una filosofia educativa che offre ai genitori un approccio alternativo verso i propri figli attraverso la comprensione e l’empatia.