Come creare un bilancio familiare efficace in 5 minuti

COME CREARE UN BILANCIO FAMILIARE EFFICACE IN 5 MINUTI PER RISPARMIARE
Il bilancio familiare serve a gestire le nostre entrate monetarie in modo efficace e a capire facilmente come risparmiare.

Condividi il post

Perché creare un bilancio familiare efficace?

Il motivo è semplice, serve a ottimizzare i nostri soldi.

Per una famiglia diventa necessario a maggior ragione quando abbiamo uno o più figli.

Imparare a tenere traccia del nostro flusso monetario ci consente di tenere sotto controllo il nostro conto corrente e soprattutto ci permette di comprendere dove e come risparmiare.

Utilizzare uno schema ci semplifica la vita.

All’inizio dell’anno tiriamo le somme di quello passato e prepariamo il nuovo schema.

Se il nostro bilancio è positivo, siamo stati molto bravi a gestire le nostre entrate se invece è negativo, dobbiamo rivedere la nostra gestione.

Vediamo come creare uno schema efficace di bilancio familiare per risparmiare.

Come creare un bilancio familiare efficace e il nostro è positivo
Il nostro bilancio familiare è positivo

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

Che cos’è il bilancio familiare

Il bilancio familiare è uno strumento che ci permette di monitorare tutte le entrate e le uscite monetarie della famiglia.

La famiglia assume un ruolo simile a quello di un’azienda che per gestire la propria amministrazione usa questo strumento chiamato bilancio per capire l’utile o la perdita annuale.

L’azienda utilizza il bilancio anche per gestire il budget in modo preventivo.

Lo stesso può farlo una famiglia, programmando in anticipo come spendere i propri soldi può evitare una mancanza di liquidità.

Tu come gestisci i conti di casa?

Scrivimi nei commenti

A cosa serve il bilancio familiare

Il bilancio familiare serve per raggiungere un obiettivo importante e cioè il risparmio.

Non basta creare lo strumento di bilancio ma bisogna saperlo usare perché sia efficace.

Con il bilancio familiare possiamo tenere sotto controllo le nostre spese in modo specifico e capire facilmente non solo la quantità di soldi residui ma anche quelli spesi.

Il bilancio ci aiuta a capire esattamente dove e come abbiamo speso i nostri soldi.

Sapere il quadro completo e specifico ci aiuta a correggere gli sprechi per i mesi successivi.

Risparmiare serve a raggiungere i nostri obiettivi e ricominciare una nuova fase della vita.

Come creare un bilancio familiare efficace

Per creare un bilancio familiare efficace ci serve uno schema.

Creare uno schema ben fatto è più semplice di quello che pensi.

In passato tutte le famiglie tenevano i conti di casa sul quaderno o sull’agenda ma oggi abbiamo la grande fortuna di poter usare il computer che ci semplifica la vita.

Come posso creare uno schema efficace?

Adesso te lo spiego.

Come si fa il bilancio familiare

Il bilancio familiare si può fare annuale e mensile.

Personalmente ho creato uno schema che ha entrambe le possibilità per ottimizzare il tempo.

In questo modo avrai la tua situazione non solo annuale ma anche mensile e intervenire subito in caso di spese eccessive il mese seguente.

Alla fine dell’articolo ti allego lo schema di bilancio familiare che puoi scaricare e utilizzare direttamente o se preferisci, modificare a tuo piacere.

In quali modi puoi costruire un modello di bilancio familiare

Per costruire un modello di bilancio familiare ci sono diversi modi, tra cui:

– creare uno schema sull’agenda o sul quaderno

– usare un foglio exel o di calcolo

– usare un foglio word

– usare un programma o un’applicazione

Personalmente uso un foglio exel perché è perfetto per questo tipo di gestione ma può andare bene un qualsiasi foglio di calcolo.

Puoi impostarlo una volta sola per poi fare copia e incolla per i successivi anni cancellando solo il contenuto degli importi e modificando l’anno.

Conosci un metodo migliore per gestire il bilancio familiare?

Scrivimi nei commenti

Quali programmi usare per la gestione del bilancio familiare

Esistono dei software gratuiti per la gestione del bilancio familiare.

Questi programmi possono aiutarci ma sono pesanti da supportare sul cellulare quindi è meglio scaricarlo sul computer.

Ecco alcuni programmi gratuiti per il bilancio familiare:

HomeBank

Gnucash

iPase

Quali sono le entrate da inserire nel nostro bilancio familiare

Le entrate familiari costituiscono il nostro reddito.

Nel bilancio familiare devi inserire tutte le tue entrate come:

– stipendi

– assegno familiare

– buoni spesa

– carte prepagate

– ticket

– coupon

– redditi da investimenti finanziari

– redditi da immobili

– e così via.

Uno degli errori più comuni è quello d’inserire nelle entrate del bilancio familiare solo gli stipendi.

Quali sono le voci primarie da inserire nel bilancio familiare

Le voci primarie da inserire nel bilancio sono quelle sulle quali non possiamo intervenire perché non dipendono da noi.

Nel nostro schema per comodità le metteremo in alto subito dopo le entrate.

Le voci primarie del bilancio familiare sono ad esempio:

– il mutuo o l’affitto

– le utenze di casa (luce, gas, acqua, ecc.)

– le spese condominiali

Quali sono le voci secondarie da inserire nel bilancio familiare

Le voci secondarie da inserire nel bilancio familiare sono quelle sulle quali possiamo concentrarci per risparmiare.

Attenzione perché le “voci secondarie” sono importanti e necessarie come le primarie, ma semplicemente queste dipendono dalla nostra attenzione per limitarle.

Le voci secondarie ci sono molto utili e nel nostro schema le metteremo subito sotto le voci primarie.

Ecco alcune delle voci secondarie del bilancio:

– spesa

– abbigliamento e scarpe

– accessori

– abbonamenti

– sport

– extra

Fin qui è tutto chiaro?

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

Che cosa sono le spese fisse e le spese variabili di un bilancio

Le spese fisse di un bilancio familiare sono quelle costanti e che hanno lo stesso importo o quasi come:

il mutuo, il bollo auto, le tasse scolastiche, ecc.

Queste spese si possono inserire da subito.

Le spese variabili sono quelle che possono cambiare importo ogni mese come: le utenze, la spesa, gli extra, ecc.

Queste spese cambiano quindi è opportuno inserirle quando abbiamo fatto la spesa e conosciamo il reale importo.

Come calcolare le spese annuali nel bilancio familiare

Ci sono delle spese che si pagano una sola volta l’anno come il bollo auto o l’assicurazione.

L’importo da inserire che ci serve per il bilancio familiare è invece mensile.

Questi importi vanno divisi per i 12 mesi dell’anno per inserire la quota mensile di ogni mese, esempio:

BOLLO AUTO € 205,00:12 MESI = Quota mensile € 17,0833

Come arrotondare gli importi da inserire

Gli importi da inserire nel bilancio familiare possono essere arrotondati, in modo diverso da quello di un’azienda che deve rispettare alcuni parametri di arrotondamento.

Essendo una gestione familiare interna per comodità li possiamo arrotondare di qualche centesimo in più senza problemi.

Gli importi delle spese effettuate che hanno i centesimi, ti consiglio di arrotondarle per eccesso prima d’inserirli nel bilancio.

Esempio:

€ 17,08333 = € 17,10 oppure € 17,50

Quello che importa è non fare il contrario e arrotondare per difetto inserendo un importo più basso perché potrebbe causare una mancanza di liquidità.

Meglio evitare, cosa ne pensi?

Se preferisci, puoi arrotondare anche le entrate ma in questo caso è meglio per difetto.

Esempio:

Stipendio € 1233,50 arrotondare € 1233,00

Arrotondare è molto utile se decidi di fare i conti con la calcolatrice per semplificarti la vita.

Se invece utilizzi ad esempio un foglio di calcolo come nel mio caso non è necessario perché dopo aver impostato correttamente i calcoli, saranno automatici.

Come tenere traccia in modo semplice delle spese

Per tenere traccia in modo semplice del flusso monetario puoi usare come metodo di pagamento il bancomat.

Pagare tutto o quasi con il bancomat può aiutarti a tenere sotto controllo il conto corrente, se è in attivo o se rischi di andare in rosso.

Il pagamento con il bancomat è scalato nel giro di 1-2 giorni lavorativi e quindi è più realistico.

Differente è l’uso della carta di credito che spesso può confondere.

Vuoi sapere il motivo?

Te lo spiego subito.

L’importo speso con la carta di credito è scalato sul conto corrente il mese successivo e questo ci fa perdere la percezione reale della liquidità sul conto.

Inoltre la data in cui sono scalati i soldi di solito è a metà mese e questo può far sbagliare la nostra programmazione delle spese future.

Per programmare una spesa, la prima cosa che facciamo tutti è controllare il saldo del conto corrente che non è quello effettivo perché ci saranno importi ancora non contabilizzati e altri come quelli della carta di credito che scaleranno il mese seguente.

Attenzione anche agli assegni emessi, ormai quasi in disuso, che non hanno una data precisa dell’incasso da parte del ricevente, può capitare che per varie cause sia incassato il mese successivo.

Ti è mai successo di fare affidamento sul saldo sbagliato del conto corrente?

A me è successo proprio per l’uso della carta di credito e non è stato piacevole.

Perché usare un foglio di calcolo per il bilancio

Usare un foglio di calcolo come exel per creare il modello di bilancio familiare è un modo semplice e veloce.

Il foglio di calcolo ti permette di creare il tuo bilancio familiare in modo personalizzato e in base alle tue esigenze.

Puoi inserire o eliminare voci e formule oltre a decidere come impostare il calcolo adatto al tuo scopo.

Io uso un foglio exel ma devi avere il pacchetto office per utilizzarlo.

Esistono dei tool che ti permettono di usare il foglio di calcolo anche gratis come open source Calc di OpenOffice, questa è tra le scelte migliori in alternativa a Microsoft Exel.

Controlla sul tuo computer se ha già all’interno un foglio di calcolo che spesso non si sa di avere perché si chiama in modo differente.

Dev’essere simile a questo:

Come creare un bilancio familiare efficace con un foglio di calcolo
Foglio di calcolo

Altrimenti puoi scaricarlo gratis da internet ad esempio da OpenOffice.

Quando predisporre lo schema del bilancio familiare

Lo schema del bilancio familiare si predispone all’inizio di ogni anno e si continua ad aggiornare ogni inizio del mese inserendo i vari importi del mese precedente.

Lo schema che utilizzo io e che troverai alla fine di quest’articolo è creato in modo completo, vuol dire che con un unico schema puoi gestire il tuo bilancio mensile e annuale in un’unica soluzione.

Naturalmente se preferisci, puoi creare quello mensile prendendo spunto dal mio schema, l’importante è comprendere il concetto di “efficace” per ottenere il miglio risultato.

Puoi usare i dati del precedente anno che sono già in tuo possesso attraverso l’estratto conto o le pezze giustificative dei tuoi redditi e delle spese sostenute.

Inserisci tutti gli importi possibili, anche se provvisori, magari in rosso che modificherai in nero quando saranno effettivi.

Esempio:

Stipendio mensile

€ 1500,00

Inserisci tutte le spese possibili come quelle condominiali, le assicurazioni, i bolli auto, le utenze calcolando il totale speso l’anno precedente e dividendolo per i 12 mesi.

In questo modo inserirai solo la quota mensile di spesa e ti assicuro che fa la differenza.

Le caselle vuote le compilerai di volta in volta.

Per quest’operazione ti servirà un po’ di tempo ma ti agevolerà per tutto il resto dell’anno.

Quale cifra mensile risparmiare con una famiglia

L’obiettivo principale da raggiungere con un bilancio familiare efficace è quello di risparmiare ogni mese il 20% del nostro reddito.

Risparmiare il 20% mensile del reddito serve ad avere un fondo di emergenza in caso d’imprevisti e investirli per raggiungere obiettivi futuri.

Un’altra cosa utile può essere abbattere i debiti esistenti.

Come si calcola il 20% di un reddito es. € 1500,00:

€ 1500,00 x 20% = € 300,00

oppure

€ 1500,00:100 x 20 = € 300,00

Se non lo hai già raggiunto questo può diventare un obiettivo che ti servirà per vivere in modo sereno.

Una regola efficace per gestire il proprio reddito familiare

Sapere tutte le entrate che costituiscono il nostro reddito ci aiuta a stabilire delle regole.

La rivista americana Forbes ha pubblicato una semplice regola messa a punto dall’economista e professoressa di Harvard Elisabeth Warren chiamata “del 50-20-30”.

Questa semplice regola può diventare molto utile a una famiglia per aiutarla a risparmiare senza problemi.

Come funziona la regola “del 50-20-30”?

Te lo spiego subito.

Per risparmiare e gestire meglio il bilancio famigliare dobbiamo rispettare queste percentuali:

50% del reddito e quindi la metà del nostro budget mensile, bisogna usarlo per le spese essenziali come il mutuo o affitto, le utenze, la scuola, il trasporto e così via.

20% del reddito destinarlo al risparmio, ad abbattere i debiti e all’investimento.

30% del reddito utilizzarla per le “spese superflue” come il ristorante, la vacanza, la palestra, insomma tutte quelle spese a nostra discrezione che ci consentono di vivere meglio.

Perché il bilancio familiare è necessario con la nascita di un figlio

Quando la famiglia cresce con l’arrivo di un figlio, ti rendi conto che il bilancio familiare è necessario per far quadrare i conti a maggior ragione se si hanno più figli.

Le spese aumentano molto rispetto a prima e incidono drasticamente sul bilancio familiare.

Il primo anno ti sembra impossibile far quadrare il bilancio perché le spese sono davvero tante, ma poi ti rendi conto che con uno schema efficace è possibile.

Ho anticipato quest’argomento nell’articolo “come cambia la vita con l’arrivo di un figlio: 15 segreti” e come promesso è arrivato il momento di approfondirlo.

Personalmente il primo anno, ho inserito le voci delle spese necessarie per nostro figlio singolarmente per monitorare quanto incidevano sul bilancio ad es. i pannolini, i prodotti per l’igiene, gli accessori e così via.

Molti acquisti come il seggiolino auto, il passeggino o il seggiolone per la pappa sono acquisti che fai una sola volta (se sei fortunato) ma incidono sul bilancio.

Questo mi ha aiutato a capire quali scelte fare per diminuire le spese e dove tagliarne altre.

Tenere aggiornato il bilancio all’inizio del mese con i dati di quello precedente, è utile in particolare a capire quali acquisti necessari puoi fare e decidere come e quando.

Ti svelo un segreto.

Un mese abbiamo dovuto fare una scelta per un acquisto provvisorio ma necessario per nostro figlio ma per rientrare nella nostra disponibilità economica abbiamo preferito un buon usato.

I primi mesi con un figlio ci sono così tanti cambiamenti e fai fatica a stare dietro proprio a tutto. Per ristabilire gli equilibri ci vuole qualche mese.

In questo periodo può succedere di spendere i nostri soldi senza renderci conto che la situazione è cambiata.

Bilancio familiare positivo con un figlio
Bilancio familiare con un figlio

Bilancio familiare con exel

Ti mostro un esempio di bilancio familiare con exel per darti un’idea di come puoi costruire il tuo.

Se non sei molto abile con il computer, puoi usare il format e inserire gli importi con la penna facendo i calcoli con la calcolatrice.

Fai attenzione a fare i calcoli con la calcolatrice e ripeti il calcolo almeno 3 volte per confermare che sia corretto.

Succede ai migliori contabili di sbagliare i calcoli con la calcolatrice quando ci sono tanti importi.

Il foglio di calcolo se impostato in modo corretto, ti calcola tutto in automatico.

Risparmi tempo e vista degli occhi!

Il file che puoi scaricare per il bilancio familiare ha già i calcoli necessari inseriti ma puoi modificarli.

In pratica dalle entrate del reddito si sottraggono le spese mensili e quelle annuali.

Il risultato ENTRATE-USCITA in basso, sotto ogni mese di riferimento corrisponde al risultato mensile (perdita o risparmio) mentre l’importo in basso sulla destra della stessa riga ti darà il risultato annuale.

Con questo file puoi capire anche i totali per ogni voce inserita che sia delle entrate o delle uscite, la trovi in fondo alla voce di riferimento sulla destra.

Sapere la nostra spesa ad esempio per gli extra (ristorante, vacanze, e così via) ci aiuta a limitarli se ci rendiamo conto di aver esagerato.

Puoi scaricare qui il modello del bilancio familiare in exel:

Se preferisci, ti lascio anche il file del bilancio familiare in pdf:

Conclusioni

Creare uno schema o modello di bilancio familiare efficace è semplice.

Ti ho spiegato come puoi costruirlo in modo semplice e veloce per risparmiare tempo.

Quale importanza ha il bilancio familiare per il risparmio di una casa e quali sono le voci primarie e secondarie da inserire.

Ho spiegato la differenza degli importi fissi e di quelli variabili, come inserirli e come arrotondarli.

Bene per oggi è tutto.

Ci leggiamo nel prossimo articolo…ti aspetto!

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

TI È STATO UTILE L’ARTICOLO? SCRIVIMI NEI COMMENTI

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli pubblicati

EDUCAZIONE POSITIVA: PRINCIPI E BENEFICI
Ricominciare

Educazione positiva: Principi e benefici

L’educazione positiva è una filosofia educativa che offre ai genitori un approccio alternativo verso i propri figli attraverso la comprensione e l’empatia.