La pedagogia

La pedagogia.jpg
Ecco cosa può fare la pedagogia. La neuroeducazione aiuta noi genitori i nostri bambini a crescere insieme in armonia.

Condividi il post

La pedagogista Marika Gigliarano ci spiega

LA PEDAGOGIA
La pedagogia di Marika Gigliarano

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

Che cos’è la pedagogia?

L’educazione dell’essere umano è parte fondamentale del suo sviluppo: da questo bisogno e per questo motivo nasce la Pedagogia, ovvero una disciplina pensata apposta per studiare l’educazione di un individuo lungo il suo ciclo di vita.

Quindi, ogni volta che parliamo di educazione, in fondo parliamo di pedagogia!

La pedagogia viene spesso confusa con la logopedia: comprensibile!

Hanno nomi semplici e non di uso propriamente comune!

A volte un genitore alle prime armi e non solo può non sapere la definizione di ciascuna.

È ben diversa dalla LOGOPEDIA, che è volta all’educazione del linguaggio, diciamo che si occupa del linguaggio di un bambino e di tutte le patologie che provocano disturbi della voce e del linguaggio, come disturbi di apprendimento e patologie legate alla deglutizione.

Cosa studia la pedagogia?

Studia la formazione ed educazione dell’essere umano durante tutta la sua vita: a volte erroneamente si può essere portati a pensare che la pedagogia si limita allo studio dei bambini, ma non è così.

Un pedagogista studia l’educazione e la formazione dell’uomo in ogni fase a partire dalla nascita fino alla vecchiaia, anche se solitamente si occupa dei suoi primi 18 anni di vita.

Come educatrice e pedagogista difatti mi sono trovata a spendere la mia attività lavorativa sia con i bambini che con gli anziani, insomma è meraviglioso: ci occupiamo di ogni età!

Cosa si fa in uno studio pedagogico?

Chi sono e cosa posso fare per il tuo bimbo:

personalmente mi occupo del sostegno genitoriale in merito alle scelte educative oppure dei problemi legati all’educazione, ovvero per spiegarmi meglio mi occupo dell’educazione del tuo bambino se senti che vorresti migliorarla o sapere come fare o come comportarti in alcune situazioni!

O anche per migliorare la relazione genitore figlio, a qualsiasi età.

Potete trovare qui i miei servizi:

neuroeducazione.it/percorsi-genitori/

Spesso inoltre tendiamo a sottovalutare importanti fasi che un bambino deve fare, di crescita, oppure alcuni campanelli d’allarme.

I segnali a cui la mamma o il papà di un bimbo piccolo deve stare attenta

Attenzione se nei primi anni di vita il vostro bambino non si gira quando lo chiamate, non parla neppure oltre i due anni o non dice nessuna o pochissime parole prima, attenzione se ha crisi emotive importanti che sembrano difficili da gestire, attenzione se non indica con il ditino intorno all’anno, se non cerca il contatto visivo con voi.

Di tutto ciò e non solo si occupa la neuroeducazione.

In cosa mi aiuta la Neuroeducazione?

La neuroeducazione, così come dal nome ho chiamato il mio sito, è un approccio educativo che prende le sue conoscenze dalle neuroscienze, ovvero prende i risultati degli studi in campo neuro scientifico trasformandoli in pratiche e modalità educative efficaci: un vero e proprio viaggio all’interno del cervello del nostro bambino per comprenderne il suo funzionamento!

Insomma in parole povere: ci spiega come si comporta il nostro bambino partendo dalla conoscenza del suo cervello, è meraviglioso!

Sono specializzata proprio in questo e ho anche chiamato il mio sito così “neuroeducazione“.

Ma… quindi, In cosa può esserci utile la Neuroeducazione?

Da pedagogista, posso dirvi che qualora vi troviate in difficoltà nella vostra attività genitoriale, o volete migliorare un aspetto della comunicazione con i vostri figli o un comportamento, potete contattare un professionista del settore che vi supporterà e che risponderà alle vostre domande per quanto riguarda l’educazione del vostro bambino, stessa cosa per i professionisti del settore educativo come appunto gli educatori.

Personalmente mi occupo proprio di questo, tramite consulenza telematica o telefonica, oppure tramite videocorsi

Scritto da: Marika Gigliarano

LA PEDAGOGIA

Pubblicato da Luisa Figoli

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

TI È SERVITO L’ARTICOLO? SCRIVIMI NEI COMMENTI

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli pubblicati

EDUCAZIONE POSITIVA: PRINCIPI E BENEFICI
Ricominciare

Educazione positiva: Principi e benefici

L’educazione positiva è una filosofia educativa che offre ai genitori un approccio alternativo verso i propri figli attraverso la comprensione e l’empatia.