Saper perdonare fa bene: ecco 5 benefici importanti

SAPER PERDONARE FA BENE: ECCO 5 BENEFICI IMPORTANTI
Perché saper perdonare è importante? Saper perdonare è un segno di forza, fa bene a noi stessi, oltre che agli altri, e ci rende persone migliori.

Condividi il post

Saper perdonare è importantissimo oltre ad essere un segno di forza.

Perché parlarne è così importante?

Questo è un argomento certamente delicato che ho vissuto in prima persona, in una fase della mia vita, che definisco istruttivo per la mia crescita personale.

Quando diventi mamma o papà, ti domandi se hai davvero risolto i tuoi conflitti interiori per essere libero di trasmettere a tuo figlio, sentimenti positivi e d’amore.

Questi conflitti, logorano l’anima e, senza renderci conto, cambiano il nostro atteggiamento verso la vita, le altre persone e i figli.

Prova a rifletterci un momento.

La capacità di perdonare denota una forza interiore che non tutti possiedono e alcune filosofie parlano addirittura di un dono.

Perdonare non è per niente semplice e il motivo è comprensibile perché, fondamentalmente, si arriva a questo processo a causa di una profonda delusione.

La profonda delusione può trasformarsi in rabbia o peggio in rancore e, di conseguenza, inasprire i nostri sentimenti.

Vediamo l’importanza di saper perdonare e i suoi benefici per la nostra crescita personale.

SAPER PERDONARE FA BENE: ECCO 5 BENEFICI IMPORTANTI
Saper perdonare fa bene: ecco 5 benefici importanti

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

Perché saper perdonare è importante: ecco 5 benefici

Quanto vale la pena saper perdonare?

Saper perdonare è importantissimo, in primis per noi stessi, perché grazie ai suoi benefici, allunga letteralmente la nostra vita e ne migliora la qualità.

Ecco 5 benefici per cui vale la pena perdonare:

  1. fa bene al nostro equilibrio psico-fisico;
  2. ci accompagna ad una piacevole pace interiore;
  3. ci permette di scoprire le nostre risorse interiori e la nostra capacità di essere migliori, aumentando l’autostima;
  4. conosciamo meglio la nostra personalità e il livello di altruismo verso il prossimo;
  5. insegna a conoscere il senso del nostro limite verso i valori positivi della vita.

Il perdono è una chiara espressione di libertà.

Hai provato uno o tutti questi benefici?

Scrivimi nei commenti per un confronto.

Perdonare fa bene al nostro equilibrio psico-fisico

Perdonare può migliorare realmente stati di malesseri psico-fisici.

Saper perdonare ha degli effetti benefici, allevia lo stress, l’ansia e la rabbia, riducendo i sintomi depressivi e, inoltre da alcuni studi, può diminuire la pressione cardiaca.

Insomma, direi che fa sicuramente bene.

Perdonare ci accompagna a una piacevole pace interiore

Perdonare vuol dire risolvere i propri conflitti interiori.

Ecco perché, attraverso il perdono, possiamo ritrovare una piacevole pace interiore.

Se non risolviamo questi conflitti NON troveremo completamente la pacificazione.

Il perdono è una qualità della nostra anima e rappresenta la chiave di accesso alla dimensione di pace.

Va bene, quest’ultima frase ha un po’ del divino, ma intendo dire che, attraverso il perdono, si prova un profondo senso di pace interiore. 

Perdonare ci permette di scoprire le nostre risorse aumentando l’autostima

Saper perdonare è uno sforzo interiore non indifferente e questo processo ci consente di scoprire le nostre risorse interiori.

Ma cosa s’intende per risorse interiori?

Le risorse sono determinate dai nostri apprendimenti e l’etimologia di “ri-sorsa” è, infatti, “ri-sorta”.

Si tratta di qualcosa che abbiamo appreso e che possiamo mettere in atto in un’altra situazione.

Saper perdonare denota la nostra capacità di essere migliori, perché in molti ci provano, ma non ci riescono.

Perdonare richiede, di fatto, un grande sforzo e, la maggior parte, rinuncia durante il percorso senza raggiungere l’effettivo perdono.

Il momento che raggiungi la fase finale del perdono, quella reale e sincera, ti renderai conto che avrai benefici sulla tua autostima e il motivo è pressoché scontato, ossia comprendi, di essere capace di lasciar andare i sentimenti negativi che logorano l’anima e di riflesso, la mente e il fisico.

Un enorme successo raggiunto!

Perdonare ci consente di conoscere il nostro livello di altruismo verso il prossimo

Conoscere il nostro livello di altruismo verso il prossimo NON è cosa semplice e, a dire il vero, è una di quelle cose cui non pensiamo tutti i giorni.

Perché allora dovrebbe interessarci?

Il nostro livello di altruismo può aprirci un mondo e scoprire chi davvero desideriamo essere nella vita.

Proprio dal livello di altruismo, a volte, si comprende cosa si vuole raggiungere perché, essere altruisti, può renderci sereni e in pace con noi stessi.

Questa piacevole sensazione, per alcune persone, è un segno rivelatore che può cambiare completamente le nostre scelte.

Perdonare insegna a conoscere il senso del nostro limite verso i valori positivi della vita

Tutti noi abbiamo dei limiti, qualcuno li conosce, altri non ancora.

La capacità di perdonare ci permette di comprendere il senso del nostro limite e superarlo verso i valori positivi della vita.

Cosa sono i valori della vita?

In poche parole, i valori della vita, sono le qualità e le virtù per noi più indicative che consapevolmente ci guidano quando dobbiamo prendere una decisione.

Questa decisione dipende proprio dai valori che possono essere positivi o negativi verso la vita. 

Saper perdonare rientra nei valori positivi verso la vita.

Tutto chiaro?

Se ancora non hai compreso bene cosa è il perdono, seguimi che te lo spiego meglio tra poco.

Saper perdonare: cos’è il perdono

Saper perdonare è una vera e propria capacità che consiste nell’annullare ogni risentimento verso se stessi o verso un’altra persona che ci ha recato danno oppure offesa.

Secondo Wikipedia:

“il perdono è la cessazione del risentimento personale nei confronti del colpevole, nonché il rifiuto della vendetta o delle richieste di punizione e risarcimento per le perdite e le sofferenze subite.”

Ora ti è più chiaro, cosa vuol dire perdonare?

Se hai dubbi, scrivimi nei commenti e sarò felice di risponderti.

Cosa vuol dire perdonare una persona

Perdonare una persona vuol dire essere in grado lasciar andare i sentimenti negativi scaturiti da un danno fisico o morale causato da questa persona.

Saper perdonare riduce i sentimenti negativi che si provano inevitabilmente dal danno subito e, a volte, aumenta addirittura i sentimenti positivi che si riflettono sul nostro comportamento verso l’autore in questione.

Saper perdonare noi stessi

In una vita, può succedere di commettere degli errori e di causare un danno fisico o morale verso un’altra persona cui vogliamo bene.

Esiste una miriade di motivi per cui si arriva a queste situazioni spiacevoli.

Sbagliare è umano!

Questa condizione può scaturire dei sensi di colpa e spesso sentiamo il bisogno di perdonare noi stessi.

Il processo del perdono è complesso e, come abbiamo detto, richiede uno sforzo non indifferente.

Perdonare noi stessi può sembrare più semplice ma, al contrario, è più difficoltoso perché dobbiamo fare i conti con una parte di noi che non comprendiamo.

Direi che si tratta di lottare interiormente fra due “io” contrapposte. 

Capisci che non è per niente semplice ma necessario in alcuni casi…esattamente quando questo senso di colpa ti logora interiormente.

Un libro che spiega molto bene il concetto di perdonare se stessi è questo “Perdonarsi per donarsi. 10 semplici passi verso la felicità” che, se ami leggere, puoi trovare facilmente anche su Amazon.

Ti è mai successo di provare sensi di colpa?

Raccontami la tua esperienza nei commenti.

SAPER PERDONARE FA BENE: ECCO 5 BENEFICI
Saper perdonare fa bene

Cosa si dona attraverso il perdono

Attraverso il perdono si dona completamente una parte di sé perché libera l’anima dai sentimenti negativi che inevitabilmente cambiano il nostro atteggiamento verso il prossimo.

Si tratta di libertà anche saper perdonare!

Nelson Mandela scriveva:

“Il perdono è un’arma potente, perché libera l’anima e rimuove la paura.”

Saper perdonare ci libera dalle ferite passate e ci consente di fare pace con noi e con gli altri. 

Hai provato questa sensazione di libertà?

Io, sicuramente, sì mi sono sentita molto più “leggera”.

Perché è così difficile perdonare

Per l’essere umano, perdonare è difficile perché siamo predisposti alla difesa.

Se subiamo un danno o un’offesa da qualcuno, si attiva il processo di autodifesa e questo rende più difficile arrivare alla fase del perdono.

Più tempo passa e più diventa difficile perdonare quel danno o quell’offesa subita.

Ecco perché è meglio saper perdonare sin da subito (o quasi) quella persona che ci ha recato il danno o l’offesa.

Perdonare richiede una buona dose di coraggio e una gran disponibilità a cedere, quindi anche di umiltà a donare una parte di sé, offrendo in questo modo una nuova possibilità all’altro. 

Il sentimento che scaturisce dal danno o dall’offesa è la delusione.

Vuoi capire meglio di cosa parlo quando dico “delusione”?

Seguimi e te lo spiego subito nel prossimo paragrafo.

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

La delusione: da cosa scaturisce

Cosa c’entra saper perdonare con la delusione?

La risposta secca è moltissimo, perché, tutto inizia, di solito da una delusione provata in seguito a un danno o un’offesa da qualcuno di cui ci fidiamo e vogliamo bene.

La delusione da cosa ha origine?

La delusione ha origine dalle nostre aspettative, riposte in una determinata persona o situazione e decisamente disattese.

Più alte sono le attese riposte e più sentita sarà la delusione.

Ecco che da qui si attiva il nostro senso di autodifesa, trasformando la delusione in altri sentimenti che, solitamente sono negativi come la rabbia, il rancore o peggio l’odio.

Riflettici e dimmi se ti ritrovi con questa semplice spiegazione.

La delusione è un sentimento che, in realtà, proviamo fin dalla nostra infanzia ma che non sappiamo spiegare e gestire.

La rabbia di un bambino piccolo, ad esempio, può dipendere dalla delusione provata ma che non è in grado di comprendere e spiegare ai genitori.

Attenzione, quindi, a deludere il nostro bambino!

Cosa succede al cervello dopo una delusione

La nostra mente è meravigliosa ed è predisposta alla difesa.

Davanti a una delusione, di verifica uno “sparo neuronale”.

Cosa vuol dire uno “sparo neuronale”?

In pratica, avviene all’improvviso una scarica che attiva un abbassamento di serotonina, endocrina e dopamina.

Queste sono le molecole responsabili del benessere che in quel momento improvviso, spariscono un attimo dal nostro cervello.

Come sentirsi meglio dopo una delusione

Per sentirci meglio dopo una delusione, dobbiamo sfogarci e lasciar andare l’emozioni negative che sentiamo.

Ma cosa s’intende per sfogarsi?

Ebbene, ognuno di noi si può sfogare in modi diversi ma si racchiudono solitamente in questi:

  • pianto;
  • rabbia;
  • tristezza;
  • incredulità.

Al contrario, reprimere queste emozioni che proviamo può essere solo dannoso per noi stessi, quindi non farlo e lasciali andare.

Puoi farlo da solo oppure sfogandoti con qualcuno ma non esagerare a sfogarti sempre e solo con una persona.

Scaricando sentimenti negativi puoi trasmetterli all’altro che ascolta il tuo sfogo che, se si trova in una fase diciamo fragile, può assorbirli come una spugna.

Si tratta del concetto che insegnano all’indirizzo di psicologia ed è anche parte del motivo per cui un terapista non dovrebbe seguire come paziente, un famigliare o amico.

Cosa fare quando sei deluso di te stesso

La prima cosa da fare quando sei deluso di te stesso è accettare la situazione che ha causato la delusione in modo da metabolizzarla.

Da qui in poi, devi guardare con fiducia l’inevitabile cambiamento che avverrà in te. 

Essere delusi di se stessi può sbriciolare la nostra autostima (positiva) e la fiducia nelle proprie risorse.

Se questa fase si dilunga nel tempo, possiamo sviluppare la convinzione di non avere valore, capacità e qualità comprese quelle che pensavamo di avere. 

Ecco uno dei motivi per cui è importante saper perdonare!

SAPER PERDONARE FA BENE
Saper perdonare fa bene a noi stessi

Come superare una delusione

La delusione è un sentimento scaturito dall’amore e dalle attese riposte verso di esso.

S’intende l’amore per un fidanzato/a, marito o moglie, per un genitore, un figlio, un amico/a importante, insomma verso figure, per noi, sentimentalmente  importanti.

Ecco 8 consigli per superare una delusione:

  1. accetta la situazione in modo da metabolizzarla;
  2. abbi fiducia nel tuo cambiamento;
  3. prenditi tutto il tempo necessario per metabolizzare la delusione;
  4. piangi e sfogati quando senti il bisogno di farlo;
  5. dedicati ad attività creative e hobby che hai lasciato nel “cassetto da fare”;
  6. dedica del tempo all’attività fisica perché il corpo rilascia endorfine, che sono gli ormoni del buonumore;
  7. circondati di persone solari che ti fanno sentire bene anche con te stesso;
  8. preparati a ripartire da zero con fiducia.

Quanto dura la delusione

Quanto dura la delusione, non ha una risposta unica per tutti.

Secondo la scienza, il processo per superare una delusione e dire addio ai sentimenti negativi di sofferenza è stimato in 90 giorni.

Se la delusione si trasforma in odio, il tempo può diventare sicuramente più lungo, da settimane a mesi se non addirittura anni…dipende solo da noi.

Cosa ci insegna la delusione

La delusione ci insegna a crescere.

Questa forma di tristezza profonda che causa una sensazione anche dolorosa, ci aiuta a imparare la lezione e andare avanti, essendo più pronti la prossima volta. 

Queste sono emozioni scaturite dal divario esistente tra le nostre aspettative e la realtà.

Ognuno di noi, nel corso della vita, prova una delusione.

Fermati a pensarci e dimmi, quando hai provato il sentimento della delusione?

Cosa succede quando la delusione prende il sopravvento

Troppe attese da parte nostra, aumentano la possibilità di provare delusioni e questo dipende dal nostro atteggiamento mentale.

La delusione avviene quando qualcosa non va come ci aspettiamo e, prendendo il sopravvento, causa:

  • disillusione;
  • sconforto;
  • amarezza.

Ti rivedi in quello che ho scritto sulla delusione?

Non riuscire a perdonare cosa vuol dire in psicologia

In psicologia, NON riuscire a perdonare, vuol dire che la persona si vincola al torto subito in una simbiosi che gli impedisce di vivere liberamente la sua vita in pienezza.

Questo vuol dire, in poche parole, che non è libero di vivere una vita piena.

Allora impariamo a perdonare!

Riflessioni sul perdono e il saper perdonare

Queste che seguono sono le mie personali riflessioni sul perdono e il saper perdonare.

In una fase della mia vita, ho provato una profonda delusione scaturita da alcune persone a me molto care e da cui mi aspettavo probabilmente troppo.

Le mie alte attese NON si sono verificate nella realtà e questo mi ha colpito profondamente.

Probabilmente è stato accentuato dal fatto che stavo vivendo una fase delicata della mia vita ed ero più fragile emotivamente.

Non riuscendo a gestire questo dolore, l’ho trasformato involontariamente in rabbia e risentimento che mi logorava interiormente giorno per giorno.

Per cercare una soluzione ho commesso anche degli errori verso queste persone care e quindi ho peggiorato la situazione, dovendo fare i conti anche con il senso di colpa.

Ho fatto un lungo percorso interiore per arrivare a comprendere come gestire tutti questi sentimenti a me sconosciuti.

Ho lasciato andare queste emozioni negative, sfogandomi con diverse persone per non caricarle eccessivamente di queste emozioni negative. 

Ho metabolizzato la delusione e il dolore, dandomi tutto il tempo necessario.

Quando ne sentivo il bisogno ho pianto e confesso che, all’inizio, mi rifiutavo di farlo perché lo ritenevo un atto di debolezza, ma poi ho capito quanto, invece, è di aiuto sfogarsi piangendo.

Durante questo processo, mi sono dedicata a delle attività e hobby che avevo lasciato nel “cassetto” per mancanza di tempo, una cosa che consiglio vivamente perché migliora la fiducia e l’autostima.

Intorno a me vi erano sempre persone con cui stavo bene, che mi facevano sorridere ed essere “leggera” per qualche ora, durante il mio tempo libero.

Sono arrivata a perdonare completamente, prima me stessa e poi gli altri, dopo circa 3 anni.

Confesso che è stato un percorso in salita ma volere e potere, e ti assicuro che poi ti senti davvero bene, in pace con il mondo e con te stesso, permettendoti di assaporare ogni piccola cosa che la vita ti dona.

Questa è stata la mia esperienza che mi ha insegnato a perdonare.

Saper perdonare mi ha fatto fare un enorme passo avanti rispetto alla mia crescita personale.

Se vuoi saperne di più sulla mia personale esperienza, scrivimi pure nei commenti e sarò felice di risponderti.

>>> Leggi anche l’articolo “Ricominciare”.

Conclusioni

In quest’articolo ho trattato il delicato argomento della capacità di saper perdonare.

Ho spiegato in modo approfondito da cosa parte il processo del perdono.

Qual è l’importanza di perdonare per noi stessi e per gli altri e quali sono i benefici che otteniamo.

Ancor di più importante è saper perdonare quando diventiamo genitori perché desideriamo trasmettere ai nostri figli i sentimenti e gli insegnamenti positivi verso la vita.

Per oggi è tutto e spero davvero che con quest’articolo tu abbia trovato le risposte che stavi cercando.

Ti aspetto nel prossimo articolo!

SAPER PERDONARE
Saper perdonare

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

TI È STATO UTILE L’ARTICOLO?

SCRIVIMI NEI COMMENTI E CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli pubblicati

EDUCAZIONE POSITIVA: PRINCIPI E BENEFICI
Ricominciare

Educazione positiva: Principi e benefici

L’educazione positiva è una filosofia educativa che offre ai genitori un approccio alternativo verso i propri figli attraverso la comprensione e l’empatia.