Una vacanza ideale a Castiglione della Pescaia con bambini 0-3 anni

UNA VACANZA IDEALE A CASTIGLIONE DELLA PESCAIA CON BAMBINI 0-3 ANNI
Castiglione della Pescaia in Toscana è ideale per una vacanza in famiglia al mare con bambini 0-3 anni, ti spiego perché e come organizzarla.

Condividi il post

Scegliere Castiglione della Pescaia come meta è ideale per una vacanza in famiglia con i bambini di 0-3 anni. 

Vuoi sapere perché?

Qui puoi trovare tutto ciò che serve per passare qualche giorno di vacanza al mare con i bambini piccoli.

Il periodo migliore per risparmiare è giugno e settembre, ma se non vuoi badare a spese anche in luglio e agosto troverai gli stessi servizi.

La Toscana è una regione “ricca” con un mare meraviglioso, una campagna strepitosa organizzata per le famiglie e, poco distante, puoi anche visitare delle città d’arte indimenticabili.  

Quest’anno abbiamo fatto questa scelta e ti spiego come puoi goderti ogni giorno, tra relax e divertimento, per grandi e piccini.

Dobbiamo solo organizzarci al meglio e il gioco è fatto!

Ecco dove andare a Castiglione della Pescaia per una vacanza in famiglia al mare con bambini 0-3 anni e come organizzarti al meglio.

Una vacanza ideale a Castiglione della Pescaia con bambini 0-3 anni
Una vacanza ideale a Castiglione della Pescaia con bambini 0-3 anni

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

Dove si trova Castiglione della Pescaia

Castiglione della Pescaia è una località sul mare in provincia di Grosseto che si trova sul litorale della Toscana settentrionale, nella Maremma Grossetana.

Come si raggiunge Castiglione della Pescaia

Castiglione della Pescaia si raggiunge comodamente in auto ma, se preferite, potete raggiungere la località anche utilizzando i trasporti pubblici con il treno e l’autobus.

In auto

Se arrivi da nord, prendi l’autostrada Livorno-Grosseto ed esci a Follonica nord poi segui le indicazioni per Castiglione della Pescaia.

Se arrivi da sud, l’uscita dell’autostrada è Grosseto Sud e poi segui le indicazioni per Castiglione della Pescaia.

Ci sono molte frazioni a Castiglione della Pescaia, quindi, controlla prima di partire la meta da raggiungere per evitare di seguire l’indicazione fino a Castiglione perché, la deviazione, potrebbe essere prima. 

In treno e autobus

Con il treno, puoi raggiungere Grosseto e fuori dalla stazione c’è la fermata degli autobus.

Per Castiglione della Pescaia devi prendere l’autobus extraurbano e il tempo di percorrenza è di circa 40 minuti.

Gli orari estivi e invernali cambiano quindi prima di partire, conviene consultare il sito di trasporto at-bus.it.

Il clima di Castiglione della Pescaia

Il periodo migliore per visitare Castiglione della Pescaia va da maggio ad settembre e in questi mesi ci sono pochissime precipitazioni. 

La temperatura media più alta è di 29° ad agosto e la più bassa è di 11° gradi a gennaio.

La temperatura dell’acqua raggiunge al massimo 26 gradi e si abbassa a un minimo di 14 gradi.

Questa località è circondata dalla pineta anche lungo la costa e per questo si può godere del fresco sotto l’ombra ventilata anche durante le calde giornate estive.

>>> Leggi anche l’articolo “Vacanze in famiglia: dove andare con bambini 0-3 anni per risparmiare in Italia”.

Cosa vedere a Castiglione della Pescaia

Castiglione della Pescaia è un borgo fortificato sul mare della Maremma che gode di un panorama tra i più suggestivi del Tirreno.

Lo sguardo si perde dai monti dell’Uccellina fino a Punta Ala, tra il verde della pineta e l’azzurro del mare.

Il borgo di Castiglione della Pescaia è di piccoli vicoli in pietra, tra antichi portali e arcate storiche, racchiusa dalle antiche mura.

Dalla Porta Urbica puoi salire lungo le stradine che si arrampicano sulla sommità del promontorio.

Costeggiando le mura, lungo la Via delle batterie, sono ancora visibili i camminamenti della ronda.

Da Via del Recinto arrivi alla graziosa chiesa di San Giovanni, costruita nel XVI secolo e il campanile è stato ricavato da una torre della cinta muraria nel 1900.

Nella chiesa di San Giovanni sono costudite le reliquie di San Guglielmo d’Aquitania, un eremita di probabili natali francesi che scelse la Maremma come luogo di penitenza. 

Come dargli torto…poverino!

Si narra che sia stato un cavaliere francese dalle nobili origini ducali d’Aquitania che fu scomunicato, nel 1140 da Papa Eugenio III, a causa della sua vita sregolata. 

Dopo aver compiuto tre grandi pellegrinaggi medioevali, a Roma, a Gerusalemme e a Santiago di Compostela, si convertì al cristianesimo e giunto in Toscana, sarebbe diventato un eremita.

Ma perché divenne santo di Castiglione della Pescaia?

Ebbene, la leggenda narra che nell’androne scelto per dimorare, trovò un drago che terrorizzava gli abitanti dei luoghi circostanti.

Gugliemo, dopo aver fatto il segno della croce, sfidò il drago e con il tocco di un semplice bastone lo uccise.

Questo è solo uno degli eventi associati al Santo e nel 1211 l’ordine di San Guglielmo fu approvata dal Papa Innocenzo III.

Dopo la morte di San Guglielmo, fu eretto un eremo sulla sua tomba, in località Boschetto di Castiglione della Pescaia, che sarebbe andato distrutto durante la battaglia tra Grosseto e Siena.

L’eremo di oggi è, infatti, una fedele riproduzione di quello originario.

Il canale del borgo ospita le barche dei pescatori e dei turisti abituali.

Puoi fare una visita guidata di Castiglione della Pescaia che dura 2-3 ore e passa dal Castello Aragonese e dal Borgo Marinaro, durante il giro puoi scoprire la storia e i segreti del borgo.  

L’accessibilità al borgo è adatto a carrozzine, passeggini, sedie a rotelle e si può accedere comodamente, essendo vicino alla fermata dei servizi pubblici.

I parcheggi sono a pagamento durante la stagione estiva quindi attenzione. 

La Maremma, in origine, era una zona paludosa che ha conosciuto la malaria e ha ridotto la popolazione al minimo. 

Con gli anni, questo territorio, ha saputo ricostruire e fidelizzare i turisti, sfruttando il passaggio dell’antica Via Aurelia che collegava Roma all’Etruria.

Nella cornice della Maremma è custodita la preziosa gemma di Castiglione della Pescaia, una località di circa 7000 abitanti, chiamata anche la “Piccola Svizzera”.

Questo appellativo è dovuto alla sua conservazione e preservazione ambientale oltre alla qualità delle sue acque.

Il lungomare di Castiglione della Pescaia costeggia la spiaggia ed è piacevole per le passeggiate in famiglia.

Sul lungomare ci sono lidi, bar, ristoranti e pizzerie per soddisfare tutte l’esigenze durante la passeggiata e durante il percorso ci sono dei parchi gioco per i bambini con panchine e alberi.

Castiglione della Pescaia: i vicoli del centro
Castiglione della Pescaia: a passeggio per i vicoli del centro

I dintorni da vedere vicino a Castiglione della Pescaia

Ecco cosa vedere nei dintorni di Castiglione della Pescaia:

1. verso sud di Castiglione della Pescaia si raggiunge la spiaggia delle Marze, protetto dalla pineta del Tombolo, famoso per il suo litorale incontaminato lungo chilometri. Questo litorale si presta anche per sport come il surf e il kite-surf grazie alla sua ideale esposizione ai venti.

2. verso nord di Castiglione della Pescaia, devi assolutamente fermarti in Località Le Rocchette, un vero paradiso nascosto, dalla spiaggia di sabbia fina e chiara e dalla fitta pineta che costeggia la spiaggia.

Queste piccola baia interrotta dalla scogliera è l’ideali per lo snorkeling.

3. proseguendo verso nord, devi fermarti a Punta Ala, una località dal mare cristallino e trasparente, con una spiaggia dorata, incastonato tra le scogliere del promontorio che, a tratti, ricordano i selvaggi angoli caraibici.

Qui puoi trovare residence lussuosi e sfarzose ville, considerata anche una delle località esclusive del Mediterraneo.

Se vuoi risparmiare, puoi godere di questo luogo incantevole passandoci semplicemente una giornata, rientrando a Castiglione della Pescaia, essendo vicina, per la notte che ha sicuramente costi inferiori.

4. in direzione sud verso Grosseto, vicino la Pineta del Tombolo, puoi visitare la Riserva Naturale della Daccia Botrona.

Questo è l’ultimo lembo di palude di Castiglione della Pescaia che resta del Lago Prile o Lago Preglio, un’area naturale protetta con una superficie di 1.273 ettari. 

Una delle più importanti aree della Toscana per la sosta e la nidificazione di numerose specie di uccelli.

La numerosa presenza di uccelli piacerà anche ai bambini tra cui: fenicotteri, germani reali, fischioni, gru, falchi pescatori, oche selvatiche, aironi bianchi, aromi centenari e altre specie.

La presenza di animali è anche nei canali e si possono vedere alcune specie di muggini, anguilla, spigola e sogliola.

Tra i mammiferi, invece, si possono incontrare ad esempio il riccio, la lepre, la nutria, l’istrice e i ratti.

Una giornata diversa, in alternativa del mare, da passare in famiglia.

5. area archeologica e borgo di Vetulonia, nell’entroterra di Castiglione della Pescaia che puoi raggiungere percorrendo la SP123 (Strada Provinciale delle Padule), verso Caldana e  dista circa 15 minuti.

Questo borgo medioevale è di nobili origine etrusche e negli scavi sono stati trovati importanti 

reperti archeologici, in parte conservati nel Museo del borgo. 

Il museo di Vetulonia è aperto, nei mesi da giugno a settembre, dalle 10.00 alle 14.00 e dalle 16.00 alle 20.00. 

Chiuso il lunedì NON festivo, escluso luglio e agosto che è aperto tutti i giorni.

Cosa fare a Castiglione della Pescaia con i bambini

Castiglione della Pescaia con i bambini è l’ideale per il mare, grazie alle sue lunghe spiagge sabbiose e al basso fondale.

Il mare è cristallino e tra le spiagge consigliate c’è sicuramente Cala Violina, ma l’accesso è limitato a un massimo di 700 persone al giorno dal 01 giugno al 15 settembre.

Per la prenotazione è richiesto un contributo di € 1 a persona, escluso i bambini 0-12 anni che devono comunque essere inseriti nella prenotazione (escluso i bimbi 0-12 mesi).

Questa spiaggia è nascosta tra due promontori e il mare è incontaminato.

Il percorso per raggiungere Cala Violina a piedi o in bicicletta è faticoso ma altrettanto meraviglioso e parte dal Puntone di Scarlino.

Se preferisci andare in auto (più adatto con i bambini) o in moto puoi passare dalla strada di campagna e raggiungere il parcheggio di Pian d’Alma.

L’ultimo modo per raggiungere Cala Violina è via mare, dal porto di Scarlino e dal canale Fiumara, accanto al porto. 

Da qui partono le gite in barca dirette alle Cale di Sacarlino, tra cui Cala Violina, Cala Martina e Cala Civette. 

Una gita sicuramente meno economica ma davvero spettacolare se hai le possibilità.  

Attenzione ai bambini: la spiaggia NON è sorvegliata da assistenti bagnanti. 

Se siete amanti di snorkeling, la spiaggia de “Le Rocchette” andrà benone anche per i bambini perché la sua spiaggia di sabbia e il mare dal fondale basso è  adiacente alla scogliera del promontorio adatto invece allo snorkeling.

Una gita adatta a grandi e piccini è una giornata all’Isola del Giglio, raggiungibile dal porto di Castiglione della Pescaia con il traghetto in circa 30 minuti.

All’Isola del Giglio puoi visitare le sue sue affascinanti spiagge, tra cui Spiaggia delle Cannelle e Spiaggia del Campese, oltre al borgo di Giglio Castello.

Se i vostri bambini superano il metro di altezza, puoi pensare a una giornata al Parco Avventura “Il Tasso Scatenato” di Scarlino.

Per i bambini più grandi e per i genitori, si può anche prenotare un’escursione a cavallo che raggiunge il Castello di Scarlino e Cala Violina.

Il giardino dei Tarocchi di Capalbio è un’altra gita fantastica per una famiglia, ma che sconsiglio con i bimbi piccoli.

Dista circa un’ora da Castiglione della Pescaia, in direzione Tarquinia.

Il percorso NON è adatto a carrozzina e passeggino e quindi con la fascia o il marsupio sarebbe alquanto faticoso godere completamente del giardino.

Sicuramente più adatto ai bambini dai 6 anni in su per la loro autonomia di camminare e di rispetto delle opere.

Si tratta di un Parco Artistico, realizzato dalla pittrice e scultrice Nike de Saint Phalle, una versione in miniatura del famoso Parque Guell di Barcellona.

La gita può essere pomeridiana, perché il giardino apre nel pomeriggio dalle 14.30 e il giro può durare 1-2 ore senza guida.

Puoi visitare il sito web Il giardino dei Tarocchi per avere tutte le informazioni prima di organizzare la tua gita.

Il costo del biglietto può cambiare negli anni, ecco perché puoi visionare le tariffe direttamente loro sito e l’acquisto può essere anche online.

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

Dove andare in vacanza al mare con i bambini a Castiglione della Pescaia

Per una vacanza al mare con i bambini a Castiglione della Pescaia la zona ideale, a mio parere, è “Le Rocchette”, immersa in una fitta pineta adiacente alla spiaggia, che ti consente di godere dell’ombra anche nelle ore più calde e di arrivare in spiaggia anche con il passeggino o la carrozzina.

Questa zona ha una spiaggia di sabbia e un fondale basso ma vicino agli scogli del promontorio che possono consentire a mamma e papà di fare snorkeling a turno, se avete bimbi piccoli.

In questa parte di Castiglione della Pescaia, a circa 5 minuti di auto, potete valutare come alloggio, un appartamento, un bel & breakfast, un villaggio turistico o un campeggio. 

Castiglione della Pescaia i viali del villaggio Baia Azzurra
Castiglione della Pescaia i viali del villaggio Baia Azzurra

Quale alloggio scegliere con i bambini piccoli

L’alloggio migliore per le vacanze con bambini piccoli, da 0 a 3 anni, è l’appartamento, il bungalow o la casa mobile.

Per gli amanti del genere, direi anche il camper che può offrire il necessario per accudire i bisogni del bimbo.

In ogni caso, dal mio punto di vista, con i bimbi piccoli avere un alloggio con una cucina attrezzata, uno spazio esterno (terrazza o giardino che sia), un bagno adatto per il bagnetto e l’igiene del piccolo, una camera che possa ospitare una culla da campeggio, sono caratteristiche essenziali per godersi la vacanza.

Per le nostre vacanze estive abbiamo preso un bungalow con veranda e un piccolo giardino di 35 mq, davvero grazioso che nostro figlio ha amato fin da subito.

Quest’anno, il villaggio che ci ha ospitati è stato il Baia Azzurra di Castiglione della Pescaia, in Località Le Rocchette.

Il bungalow Superior è stato il nostro alloggio e siamo davvero soddisfatti.

Castiglione della Pescaia vacanza ideale con bambini 0-3 anni in bungalow
Castiglione della Pescaia vacanza ideale con bambini 0-3 anni in bungalow

Vuoi sapere perché lo abbiamo scelto?

Il villaggio Baia Azzurra, ha molti servizi per le famiglie con i bambini, tra cui:

  • il mare raggiungibile comodamente con la carrozzina o il passeggino;
  • una pineta fitta che costeggia la spiaggia con itinerari per gli sportivi adatti anche a far addormentare i bambini nel passeggino, gradevolmente al fresco;
  • una spiaggia attrezzata di sabbia fine e il mare dal fondale basso adatto ai bambini;
  • la scogliera del promontorio a pochi passi sulla spiaggia per fare snorkeling (per noi genitori);
  • servizio ombrellone e lettino accessibile con il passeggino con servizio di assistenza bagnanti; 
  • animazione per grandi e piccini anche se per i bimbi sotto i 4 anni è richiesta la presenza di un genitore;
  • due piscine di cui una davvero perfetta per i bambini piccoli essendo con il fondo gommato, l’acqua bassa, con spruzzi d’acqua e scivoli;
  • un parco giochi sotto la pineta, sempre in ombra, dove far giocare i bambini;
  • possibile formula di mezza pensione o pensione completa offerto dalla gestione del ristorante pizzeria all’interno del villaggio, direi a prezzi ottimi (almeno a giugno);    
  • i viali del villaggio sono piacevolmente alberati e rendono il percorso fresco;
  • parcheggio interno per il veicolo;
  • Market, bar, area animazione serale completano il tutto.

Abbiamo fatto una prova in un Family Hotel, ma non a “Le Rocchette”, che sono eccezionali davvero, ma con i più piccoli penso che una camera con bagno sia troppo risicata, a questo punto è più adatta una mini suite o qualcosa di simile che abbia un minimo di accessori in camera, diciamo l’indispensabile per i bisogni del piccolo.

Per il cibo, in una cucina del Family Hotel sono organizzati per la preparazione sia del latte (se con il biberon) sia della pappa, quindi nessun problema ma bisogna rispettare gli orari.

Qual è la formula ideale con i bambini 0-3 anni

La formula ideale con i bambini 0-3 anni per la scelta dell’alloggio è un appartamento, un bungalow, una casa mobile o simile, ma con la mezza pensione o pensione completa, per lo meno questa è ottimale per noi da quando è nato nostro figlio che oggi ha 2 anni.

Questo vuol dire che l’alloggio deve essere all’interno di una struttura quale un villaggio, un campeggio o un resort, dove il ristorante che solitamente è anche pizzeria, offre questa comoda formula ai villeggianti.

In particolare, per noi, la scelta ottimale da un paio di anni è il bungalow o l’appartamento con la formula di mezza pensione che ci rende liberi per il pranzo e nello stesso tempo meno faticoso.

Colazione e cena al ristorante o d’asporto (se offrono questa possibilità) da mangiare nella veranda dell’alloggio.

In questo modo anch’io “mamma” mi riposo, almeno per quanto riguarda la gestione della cucina e la sistemazione del dopo pasto. 

Una struttura simile, inoltre, offre servizi compresi dal servizio spiaggia con ombrelloni, lettini, spazio gioco, animazione, bar e ristoro in spiaggia, ai servizi di piscina (se presente), parco giochi per bambini, animazione con baby club e mini club, market, ed eventuali altri servizi che sono una vera comodità.

I servizi offerti sulla spiaggia per i bambini 0-3 anni

I servizi offerti sulla spiaggia per bambini 0-3 anni, solitamente, sono limitati per la tenera età dei bimbi.

Ciò nonostante, a Castiglione della Pescaia, sono super attrezzati, sia i lidi che le spiagge dei villaggi, campeggi, e così via, che mettono a disposizione:

  • un’area giochi;
  • un’animazione in spiaggia seppur in presenza di un genitore;
  • cabine;
  • docce calde e fredde;
  • WC puliti e attrezzati;
  • zona per parcheggiare i giochi in spiaggia dei bimbi;
  • bar e ristoro sulla spiaggia;
  • servizio assistenza bagnanti.

Con i bambini piccoli hai tutto il necessario per passare delle giornate indimenticabili al mare e se vuoi puoi usufruire della pineta per passeggiare all’ombra con i piccoli, facendoli addormentare al fresco.

La pineta di Castiglione della Pescaia

Castiglione della Pescaia gode di una fantastica pineta adiacente alla spiaggia, in molti punti del litorale.

Basta spostarsi nelle frazioni a sud e a nord di Castiglione della Pescaia per trovare la pineta “Le Rocchette”, la pineta del Tombolo e la pineta di Alessandro. 

Quando portare i bambini al mare di 0-3 anni

I mesi migliori per portare i bambini 0-3 anni al mare sono giugno e settembre.

Questi sono i mesi più tranquilli e meno costosi, con molta disponibilità e possibilità di scelta sia come alloggio che come servizi.

A giugno il mare è più freddo per i bambini piccoli e per questo motivo può servire una muta per bimbi, mentre a settembre la temperatura dell’acqua è solitamente ottimale, escluso casi eccezionali.

I neonati fino ai 6 mesi di vita devono evitare l’esposizione diretta al sole nelle ore più calde e usare  le protezioni adeguate, quali crema solare 50, cappellino e occhiali da sole se li accetta.

Puoi fargli prendere gradualmente confidenza con il mare, facendogli osservare e fargli “pucciare” i piedini senza insistere se non lo desidera.

Il mare può essere accettato o meno dai più piccoli, essendo immenso e senza un confine, quindi può incuriosirlo e apprezzarlo da subito oppure averne timore e quindi volerci del tempo.

Hai portato il tuo bambino al mare e qual è stata la sua reazione? 

Scrivimi nei commenti.

Come viaggiare con un bambino piccolo

Il mio consiglio per viaggiare con un bambino piccolo è quello di NON fare viaggi eccessivamente lunghi ma di restare ad una distanza raggiungibile di 5 ore circa, una durata sicuramente meno stressante per un bimbo.

Ricorda che il seggiolino auto deve essere a norma di legge, in base all’età, al peso o all’altezza del bimbo.

Le cinture di sicurezza devono essere ben allacciate e difficili da sfilare da parte del bambino.

I primi viaggi per le vacanze, personalmente ho deciso di farli di fianco al mio bambino, per rassicurarlo e intrattenerlo durante il tragitto.

Se non hai questa possibilità, organizzati con qualcosa che possa intrattenerlo, tra musiche e giochi adatti alla sua età, peluches preferiti o altro di gestibile e poco ingombrante.

Nel possibile, fermati spesso per farlo scendere, cambiare, dargli qualcosa da mangiare e giocare insieme.

Il viaggio, in questo modo, sarà più lungo come tempo ma meno pesante per il bambino.

Dopo il primo viaggio potrai valutare l’approccio del tuo bambino rispetto al tragitto stesso e capire se è un bimbo che dorme molto cullato dal movimento o meno.

Molti decidono di viaggiare di notte perché il bambino dorme per la maggior arte del tempo ma sappi che non è sempre così, dipende dal bambino.

Conclusioni 

Siamo arrivati al termine di questo articolo in cui vi ho parlato di Castiglione della Pescaia quale località di mare ideale per una vacanza con i bambini 0-3 anni.

Queste sono le informazioni che ho raccolto e che mi sono state utili per la nostra vacanza.

Cosa potete visitare con i bambini a Castiglione della Pescaia e nei suoi dintorni per far si che sia una vacanza indimenticabile per tutta la famiglia.

Ti ho anche dato un’idea di quali alloggi puoi considerare con i bambini piccoli e quale formula puoi valutare per goderti al massimo la vacanza da genitore.

Per oggi è tutto e ti aspetto nel prossimo articolo.

Buon vacanza a Castiglione della Pescaia! 

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

TI É PIACIUTO L’ARTICOLO?

CONDIVIDI SUI SOCIAL E SCRIVIMI NEI COMMENTI

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli pubblicati

EDUCAZIONE POSITIVA: PRINCIPI E BENEFICI
Ricominciare

Educazione positiva: Principi e benefici

L’educazione positiva è una filosofia educativa che offre ai genitori un approccio alternativo verso i propri figli attraverso la comprensione e l’empatia.