Vaccino Covid e gravidanza

Vaccino Covid e gravidanza
Il vaccino Covid-19 durante la gravidanza è opportuno? I dubbi in merito sono tanti. Ecco le informazioni utili ad oggi, per una donna in gravidanza.

Condividi il post

Parliamo di vaccino Covid e gravidanza perché in questa epoca dobbiamo sapere diverse informazioni in merito.

Il Covid ha stravolto la nostra vita.

Paure e dubbi si sono insinuati nella nostra mente.

Una donna in gravidanza si domanda cosa è meglio fare per sé e il proprio bimbo.

Sarà meglio fare il vaccino o meglio non farlo?

Queste informazioni sono in continua evoluzione.

Vediamo le informazioni a oggi in nostro possesso sul vaccino Covid durante la gravidanza consigliando di seguire gli aggiornamenti futuri.

VACCINO COVID E GRAVIDANZA
Vaccino Covid e gravidanza

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

Cos’è il COVID-19

Prima di parlare di vaccino Covid in gravidanza è opportuno spiegare cos’è il Covid.

Il COVID è la malattia causata dal visus SARS-CoV-2 ed è stata chiamata COVID-19 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

È un nuovo ceppo di coronavirus che non è stato precedentemente identificato nell’uomo.

Quindi è un VIRUS che causa una sindrome respiratoria acuta grave.

La trasmissione avviene da persona a persona tramite le “goccioline-droplet”, rilasciate dalla bocca o dal naso, quando la persona ammalata parla, starnutisce, tossisce o canta.

Queste goccioline-droplet entrano nel naso, nella bocca e negli occhi contagiando la persona.

Come prevenire il contagio da COVID-19

Per prevenire il contagio da COVID-19 consigliano di:

– mantenere le distanze fisiche dalle altre persone di almeno 1 metro (anche se in alcuni momenti parlavano di 2 metri);

– lavarsi frequentemente le mani;

– indossare la mascherina in modo corretto, tenendo completamente coperte, naso e bocca.

Dobbiamo evitare di toccarci occhi, naso e bocca se prima non abbiamo disinfettato bene le mani.

Questo perché anche gli oggetti e le superfici possono essere infetti.

Inoltre consigliano di lavarsi accuratamente e regolarmente le mani con acqua e sapone o un prodotto a base alcolica e pulire frequentemente le superfici.

Quando scopri di essere incinta cerchi di usare tutte le precauzioni conosciute per evitare il contagio, come vi ho scritto nel mio articolo precedente “essere incinta a 44 anni“.

Adesso possiamo passare a capire in cosa consiste il vaccino per Covid-19.

Allora seguimi e andiamo avanti.

In cosa consiste il vaccino per COVID-19

Il vaccino COVID-19 è destinato a prevenire la malattia da Coronavirus.

Il vaccino Covid contiene una molecola (RNA messaggero) con le istruzioni per produrre una proteina presente su SARS-CoV-2, il virus responsabile del COVID-19.

Il vaccino Covid non contiene il virus vero e proprio, ma unicamente l’informazione genetica, e non può quindi provocare la malattia.

Il vaccino Covid consiste nella somministrazione tramite due iniezioni, nel muscolo della parte superiore del braccio, a distanza di almeno 21 giorni l’una dall’altra (informazioni acquisite da: OSPEDALE FATEBENEFRATELLI).

La dose di richiamo “booster” è una somministrazione indicata, trascorso un intervallo minimo di almeno 4 mesi (120 giorni) dall’ultima somministrazione o dall’ultima diagnosi di avvenuta infezione da Covid-19.

A quali persone è raccomandata la seconda dose di Booster (seconda dose di richiamo)

La somministrazione della seconda dose di booster e quindi quella di richiamo, conosciuta anche come quarta dose, è raccomandata trascorso un intervallo minimo di almeno quattro mesi (120 giorni) dalla prima dose booster o dall’ultima infezione successiva al richiamo equivalente alla data del test positivo.

La seconda dose di richiamo booster è raccomandata per le seguenti categorie:

– operatori sanitari;

– operatori e ospiti dei presidi residenziali per anziani;

– persone di 60 anni e più;

– persone di 12 anni e più con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti;

– donne in gravidanza.

Per le dosi di richiamo è raccomandato l’uso di vaccini a m-RNA nella formulazione bivalente (Circolare 7 settembre 2022).

Queste sono informazioni acquisite dal portale Salute.gov.

Come agisce il vaccino per COVID-19

Il vaccino COVID-19 mRNA BNT162b2 è fatto con molecole di acido ribonucleico messaggero che contengono le istruzioni affinché le cellule della persona vaccinata, sintetizzi le proteine spike, stimolando così il sistema immunitario a produrre anticorpi specifici.

Il vaccino Covid blocca la proteina, denominata spike, che causa l’infezione alle persone, impedendo l’infezione delle cellule (informazioni acquisite da: OSP. FATEBENEFRATELLI).

Quali sono i vaccini autorizzati in Italia per il Covid-19

In Italia, a oggi, sono stati autorizzati i seguenti vaccini da Covid-19:

– Vaccini a m-RNA nella formulazione bivalente utilizzati per i richiami booster che si dividono a sua volta in quattro tipi: Original/Omicron/BA.4-5 di Comirnaty – Original/Omicron/BA.4-5 di Spikevax – Original/Omicron BA.1 di Comirnaty –  Original/Omicron BA.1 di Spikevax;

– Vaccino Nuvaxovid (Novavax);

– Vaccino VidPrevtyn Beta (Sanofi);

– Vaccino Janssen (Johnson & Johnson);

– Vaccino Vaxzevria di AstraZeneca;

– Vaccino Spikevax (Moderna) monovalente;

– Vaccino Comirnaty di Pfizer-BioNtech monovalente.

Queste informazioni sono prese dal portale Salute.gov e puoi approfondire ulteriormente l’argomento se preferisci.

Prevenzioni consigliate per il COVID-19 per le donne in gravidanza

La gravidanza comporta cambiamenti del sistema immunitario che possono aumentare il rischio di contrarre infezioni respiratorie virali, tra cui il COVID-19.

Inoltre, il rischio è maggiore di sviluppare una forma severa d’infezione respiratoria virale.

Per le donne in gravidanza è consigliato lavarsi spesso le mani ed igienizzarle accuratamente, l’utilizzo corretto della mascherina usa e getta sostituendola spesso ed evitare i contatti con le persone malate (informazioni acquisite da OSP. FATEBENEFRATELLI).

Non bisogna toccare la mascherina con le mani e poi toccarsi occhi, naso e bocca prima di averle lavate ed igienizzate.

LINEA GUIDA PREVENZIONE COVID
Linea guida prevenzione Covid

Ricordiamoci di mettere sempre nella borsa:

  1. gel disinfettanti mani;
  2. mascherina FPP2 oltre a una di scorta in caso si rompe.

Nonostante sia stato dichiarato che i guanti non sono necessari ma, anzi se non cambiati possono addirittura causare il contagio, consiglio di tenere in borsa un paio di guanti usa e getta, in particolare in gravidanza se andiamo in luoghi ad alto rischio di contagio e ad esempio dobbiamo usare i servizi pubblici per necessità.

In gravidanza dobbiamo recarci spesso in ambulatori e ospedali per esami e visite e spesso siamo costretti ad utilizzare i loro servizi igienici, in questo caso io utilizzerei i guanti usa e getta e li butterei terminato l’utilizzo.

Il vaccino COVID-19 in gravidanza

A oggi, è raccomandata l’estensione dell’offerta vaccinale, con vaccini mRNA, a tutte le donne in gravidanza come pubblicato da EPICENTRO ISS.

Il periodo raccomandato per eseguire la vaccinazione è dalla 27esima alla 36esima settimana di gravidanza, l’ideale è intorno alla 28esima settimana, per consentire alla gestante la produzione di anticorpi sufficienti e il passaggio transplacentare.

Queste sono informazioni reperite sul portale Salute.gov.

La vaccinazione primaria anti Covid-19 e le dosi di richiamo (terza e quarta dose) con vaccino a mRNA sono raccomandate a tutte le donne in gravidanza in qualsiasi momento della gestazione, in particolare nei casi di maggiore rischio di sviluppare una malattia grave da Covid19.

Secondo un articolo pubblicato sul magazine di Fondazione Veronesi, il vaccino da Covid-19 effettuato in gravidanza, protegge sia la mamma sia il neonato.

Secondo uno studio pubblicato sulle pagine di New England Journal of Medicine, il rischio per un neonato di finire in ospedale per il Covid-19 è molto più basso se la mamma ha ricevuto il vaccino.

Rischi della donna in gravidanza contraendo il COVID-19

I rischi per la donna in gravidanza sono molto bassi se non ci sono delle condizioni patologiche che permettono al virus Covid-19 di essere più aggressivo.

Attenzione a evitare in gravidanza i picchi iperglicemici in quanto, da uno studio dell’Università di Harvard, le spine “spike” (del virus) si attaccano ai recettori del polmone quando sono legati a molecole di zucchero.

Nel caso in cui, arriva una carica virale e si ha la glicemia molto alta, il virus diventa più aggressivo e può portare a malattia.

Mentre per il bambino?

Il passaggio transplacentare è molto raro e le condizioni del bambino raramente sono significative come spiegato dal POLICLINICO OSPEDALE MAGGIORE).

A quali sintomi da COVID-19 bisogna stare attenti in gravidanza

Sono sintomi che hanno a che fare con le vie aeree, quindi gola irritata e comparsa di tosse irritativa.

Inoltre il COVID-19 ha dei sintomi particolari quali la mancanza del gusto e quella del senso degli odori, oltre alla febbre che viene controllata ormai ovunque (informazioni acquisite da: POLICLINICO OSPEDALE MAGGIORE).

Conclusioni

In quest’articolo ho spiegato cos’è il Covid-19 e quali sono le prevenzioni consigliate per le donne in gravidanza.

Ho spiegato in cosa consiste il vaccino Covid e come agisce.

Infine quali sono i rischi del Covid-19 e i sintomi cui prestare attenzione durante la gravidanza. 

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

TI È STATO UTILE L’ARTICOLO? SCRIVIMI NEI COMMENTI

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli pubblicati

EDUCAZIONE POSITIVA: PRINCIPI E BENEFICI
Ricominciare

Educazione positiva: Principi e benefici

L’educazione positiva è una filosofia educativa che offre ai genitori un approccio alternativo verso i propri figli attraverso la comprensione e l’empatia.