9 Consigli per evitare di perdere la pazienza con i figli (e non solo)

CONSIGLI PER EVITARE DI PERDERE LA PAZIENZA CON I FIGLI (E NON SOLO)
Perdere la pazienza con i figli succede a tutti i genitori. Per evitarlo dobbiamo capire le cause e trovare delle soluzioni efficaci.

Condividi il post

Evitare di perdere la pazienza con i figli (e non solo), in alcuni momenti, è davvero difficile.

Questa esperienza può essere deludente per noi genitori perché ci rendiamo conto che non siamo stati in grado di gestire le nostre emozioni.

Ci sentiamo delusi e questo può abbassare la sicurezza in noi stessi.

La cosa migliore è riuscire ad evitare di perdere la pazienza.

Ma quando perdiamo la pazienza?

Questa risposta ha una notevole importanza.

Ci sono, infatti, delle cause principali che abbassano il nostro grado di pazienza.

Conoscere queste cause è utile per correre ai ripari ed evitare di perdere la pazienza con i figli (e non solo).

Noi genitori, siamo assorbiti dalle responsabilità quotidiane e la vita frenetica non ci aiuta sicuramente.

La causa principale, infatti, è la stanchezza psico-fisica accumulata e dovuta da un insieme di cose.

Conciliare, infatti, la gestione della famiglia, della casa e del lavoro diventa faticoso.

Capire le cause, ci serve a trovare delle soluzioni efficaci per evitare di perdere la pazienza e qui ne vedremo alcuni che possono diventare dei consigli preziosi.

Ecco perché parliamo proprio di pazienza e di come evitare di perderla per migliorare le relazioni con i nostri figli e non solo.

9 Consigli per evitare di perdere la pazienza con i figli (e non solo)
9 Consigli per evitare di perdere la pazienza con i figli (e non solo)

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

Perdere la pazienza con i figli: 5 cause principali

Perdere la pazienza con i figli (e non solo a dire il vero), dipende da alcune cause scatenanti.

Tra le varie cause che ci fanno perdere la pazienza, ecco le 5 principali:

1. la stanchezza

2. le attese troppo alte

3. l’assenza di pianificazione del tempo o poco efficace

4. la prospettiva distorta della situazione

5. la scarsa gestione della collera.

Se rifletti su queste cause, puoi già capire come intervenire per evitare di perdere la pazienza e trovare delle soluzioni efficaci.

Ci sono altre cause che oggi non tratteremo, ma se vuoi esporne qualcuna, scrivimi nei commenti.

Il confronto e la discussione serve proprio a migliorarci e trovare le soluzioni ai problemi.

Adesso andiamo avanti e approfondiamo meglio queste cause.

La stanchezza

La stanchezza eccessiva è sicuramente la prima causa scatenante che ci porta a perdere la pazienza con i figli e non solo.

La stanchezza psico-fisica che accumuliamo raggiunge un limite, diverso per ognuno di noi, che sfocia con il perdere la pazienza facilmente, impedendoci di esercitare l’autocontrollo.

La parte difficile è capire quando raggiungiamo il nostro limite prima di perdere la pazienza.

Le nostre attese sono alte

Per “attesa” intendo che abbiamo spesso un’aspettativa che non corrisponde alla realtà.

In particolare con i figli, ci aspettiamo comportamenti o risposte magari di un adulto della nostra età.

Sai cosa succede?

Le loro risposte e atteggiamenti ci irritano a tal punto che arriviamo a perdere la pazienza.

Ebbene, dobbiamo sempre considerare l’età dei nostri figli e proporzionarla alle nostre attese, in modo tale che non siano troppo lontane dalla reale situazione.

In questo modo sarà più semplice accettarle e comprenderle dal loro punto di vista.

I bambini affrontano delle fasi durante la crescita e ci sono momenti che, per noi genitori, sono davvero snervanti.

Alcuni atteggiamenti dei bambini possono apparire ai nostri occhi come una sfida, come ad esempio nel periodo dei “terribili due” in cui non obbediscono e iniziano ad imporre la loro indipendenza.

Mettiamoci nei panni dei nostri figli con empatia per cercare di comprenderli anche quando è difficile farlo.

Può esserti d’ispirazione questo libro sulla pazienza “ MAMMA NON URLARE”: Come usare la disciplina per farsi ascoltare, prevenire i capricci e crescere sicuri di sé”.

9 consigli per evitare di perdere la pazienza con i figli
Evitare di perdere la pazienza con i figli per le attese troppo alte

La pianificazione del tempo

Una delle cause che genera la stanchezza emotiva è la scarsa, se non assente, pianificazione della giornata.

Con il passare dei giorni, diventa frustrante per noi non riuscire a portare a termine gli obiettivi quotidiani.

Una buona pianificazione ci aiuta a gestire il tempo a nostra disposizione, evitando di pretendere troppo da noi stessi.

Portare a termine gli obiettivi quotidiani che ci siamo prefissi, migliora anche la nostra autostima che a sua volta, ci aiuta ad affrontare con filosofia le problematiche ed evitare di perdere la pazienza.

La prospettiva della situazione

Impariamo a vedere la giusta prospettiva della situazione, senza partire prevenuti verso i nostri figli, anche se continuano ad avere atteggiamenti che possono infastidirci.

Ricordiamo che i bambini e i ragazzi hanno le loro problematiche, importanti quanto le nostre, ma che ancora non hanno imparato a gestire le loro emozioni come noi adulti.

Questo è uno dei motivi per il quale, i nostri figli, hanno spesso un atteggiamento di sfida e di protesta, che ci appare incomprensibile.

Con i bambini piccoli, questa situazione è ancora più irritante perché siamo convinti che, essendo noi i genitori, debbano fare automaticamente ciò che gli spieghiamo per educarli.

Vuoi sapere una notizia?

Per i bambini NON è affatto così.

Ci vuole il tempo per capire e per apprendere, spiegando con i dovuti tempi e modi ogni insegnamento.

Il metodo migliore è dar loro il buon esempio!

9 consigli per evitare di perdere la pazienza con i figli piccoli
Come evitare di perdere la pazienza con i bambini piccoli

La gestione della collera

Quando siamo stressati e stanchi, anche la gestione della nostra collera NON è delle migliori e arriviamo così a perdere la pazienza.

Eppure siamo capaci di gestire la rabbia alla nostra età!

Tutto vero ma cambia la nostra percezione, come se tutto diventasse meno sopportabile quando siamo stanchi.

Per evitare di perdere la pazienza è molto importante avere una buona gestione della nostra collera, saperla limitare e mitigare.

Un segreto per gestire la collera è riflettere a mente fresca sulle cause e contare almeno fino a 10 prima di agire o rispondere.

Lo so che quando siamo stanchi NON è facile, ma con il giusto esercizio possiamo farlo.

Per imparare ai nostri figli a gestire la rabbia, dobbiamo prima essere in grado di dargli il buon esempio per poi spiegargli come può farlo attraverso una comunicazione semplice e chiara.

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

Come evitare di perdere la pazienza con i figli (e non solo)

Siamo arrivati alla parte più interessante, ossia come evitare di perdere la pazienza con i figli (e non solo).

Adesso che abbiamo ben chiaro le principali cause che ci portano a perdere la pazienza, possiamo anche comprendere quanto siano importanti le soluzioni che vedremo e come metterle in pratica.

Ecco 9 consigli per evitare di perdere la pazienza:

1. riposa sia mentalmente che fisicamente

2. rallenta i tuoi ritmi di vita

3. dormi almeno 7-8 ore a notte

4. cura la tua alimentazione

5. fissa le tue priorità

6. pretendi meno a te stesso

7. pianifica il tempo a tua disposizione

8. comprendi le vere cause della tua collera

9. impara a fermarti prima di perdere la pazienza

Ti spiego meglio queste soluzioni per metterle in pratica, quindi, seguimi e andiamo avanti.

Riposati sia mentalmente che fisicamente

Per evitare di perdere la pazienza, devi fermarti e capire se la tua stanchezza è arrivata a un limite.

In questo caso, devi assolutamente trovare il tempo e il modo di riposarti.

Il riposo psico-fisico è indispensabile per ritrovare i livelli normali di pazienza.

Intendiamoci, perdere la pazienza è da esseri umani e può capitare, ma se possiamo evitarlo ci farà sentire meglio.

Perdere la pazienza, in particolare con i nostri figli, abbassa la nostra autostima e ci fa sentire incapaci come genitori, oltre a sprigionare energie negative che influenzano il rapporto costruito nel tempo.

Trova, quindi, il tempo di riposare, rilassare la mente facendo qualcosa che ti piace magari all’aria aperta immerso nella natura.

Questo è un ottimo modo per ritrovare il proprio equilibrio.

Lo sport, se ti piace, è un metodo super consigliato per riposare mentalmente e scaricare lo stress.

Se necessario, chiedi supporto a qualcuno della tua famiglia, che sia tuo marito o qualcun altro, per ritagliarti questo tempo e riposarti.

Esprimi chiaramente quali sono le tue difficoltà in quel momento e quanto hai bisogno di avere questo tempo solo per te.

Rallenta i tuoi ritmi di vita

Perdere la pazienza con i figli può dipendere dai ritmi pressanti della vita quotidiana, quindi, se comprendi che il problema è questo vuol dire che è arrivato il momento di rallentare e correre ai ripari.

Rallentare i tuoi ritmi ti aiuterà sicuramente e questo non significa per sempre ma solo per il periodo necessario a ritrovare il giusto equilibrio.

Ma come faccio a rallentare il mio ritmo di vita con tutto quello che devo fare?

L’hai pensato, dimmi la verità!

Non ci sono SE e MA non solo per te, ma anche per la tua famiglia e i tuoi figli è importante perché con il tempo la situazione non potrà che peggiorare e allora si che sarà difficile recuperare.

Dormi almeno 7-8 ore a notte

Dormire 7-8 ore a notte è di vitale importanza per ognuno di noi.

Ci sono persone che hanno bisogno di meno ore per rigenerarsi ma, in generale, le ore di sonno devono essere almeno 7 a notte.

Perdere la pazienza può dipendere dal fatto che stai tirando troppo la corda, per portare avanti la famiglia, la casa, il lavoro e così via, svolgendolo alcuni compiti anche di notte per portarti avanti.

Ecco che, in questo modo, togli ore importanti dedicate al sonno e potrebbe essere una delle cause per cui sei arrivato a perdere la pazienza con i figli (e non solo).

Riprendi il corretto equilibrio del sonno-veglia e dormi almeno le ore necessarie.

Ricorda: MAI togliere le tue ore di sonno a beneficio di un obiettivo, sicuramente meno importante della tua stessa salute.

Cura la tua alimentazione

Forse hai già fatto questa costatazione ma se non fosse così, sappi che il grado della nostra pazienza dipende proporzionalmente dalla nostra alimentazione.

Devi curare con attenzione l’alimentazione che deve essere varia e completa.

Mangiare poco e male, con l’andare del tempo, si riflette sulle nostre capacità quotidiane e una di queste è proprio il livello di pazienza.

In una corretta e completa alimentazione devi inserire, nella giusta quantità in base all’età e a eventuali problemi di salute, carboidrati, proteine, vitamine, cereali, fibre, insomma tutte le sostanze che servono al corpo e alla mente per essere in forma.

Dedica il tempo necessario alla tua alimentazione e falla rientrare nel tuo stile di vita quotidiano.

Fissa le tue priorità

La vita quotidiana è piena e frenetica, per questo motivo dobbiamo fissare delle priorità, a maggior ragione quando diventiamo genitori.

Le priorità cambiano notevolmente!

Perdere la pazienza, può dipendere anche dalle innumerevoli situazioni che non riusciamo a gestire come prima e questo incide sul nostro grado di pazienza.

Impariamo a fissare delle priorità tralasciando le altre di minor importanza.

In questo modo, riusciremo a trovare il tempo necessario per riposare, dormire, alimentarci correttamente, continuando a occuparci della famiglia, dei figli, del lavoro, e così via.

Creati un prospetto giornaliero, se preferisci, scrivilo per capire come organizzarti al meglio.

Pretendi meno a te stesso

Pretendi meno da te stesso quando ne senti il bisogno.

Fai un passo indietro e aspetta di recuperare il tuo equilibrio psico-fisico.

Questo è un errore che facciamo spesso quando siamo in corsa, senza renderci conto che stiamo tirando troppo la corda.

Non preoccuparti è solo per un periodo!

Per evitare di perdere la pazienza con i figli (e non solo) può essere necessario modificare qualcosa, concederti un rallentamento e accettare di fare alcune cose anche se non saranno perfette.

Il rapporto con i figli è più importante e perdere la pazienza solo perché pretendi troppo da te stesso, potrebbe rovinare tutto.

La genitorialità richiede un impegno costante, lo sappiamo, giusto?

Pianifica il tempo a tua disposizione

Arriviamo a perdere la pazienza con i figli (e non solo), quando il tempo a nostra disposizione non basta mai per portare a termine tutti gli impegni prefissati.

Ci possono essere due soluzioni e una di queste e una buona pianificazione del tempo senza pretendere troppo da noi stessi.

La giornata è fatta di 24 ore di cui 7-8 ore sono assolutamente di sonno e riposo.

Possiamo pianificare le restanti 16 ore, suddividendole tra il lavoro, la casa, la famiglia e i figli.

Gran parte di queste, saranno facilmente gestibili con una buona pianificazione del tempo disponibile, ma se ti rendi conto che qualcosa non rientra in queste ore, allora, la seconda soluzione è fare una scelta in base alle priorità di cui abbiamo già parlato.

Non pretendere troppo da te stesso, ricordalo!

consigli per evitare di perdere la pazienza
Consigli per evitare di perdere la pazienza con una buona pianificazione

Comprendi le vere cause della tua collera

Perdere la pazienza con i figli (e non solo), scaturisce da un senso di collera che non siamo in grado di gestire in quel determinato momento.

Ma questa rabbia dipende solo dall’atteggiamento dei nostri figli in quella situazione?

La risposta è NO o almeno non sempre.

Capita spesso che la nostra collera, in realtà, sia causata da qualcun altro, come un collega, un datore di lavoro, il marito ma anche da un insieme di cose che ci creano frustrazione e collera.

Riversare ingiustamente la collera sui tuoi figli (e non solo) non sarà d’aiuto, anzi peggiorerà una situazione già pesante.

Se ti fermi a riflettere, potresti capire che non dipende dai tuoi figli e comprenderlo può evitarti di perdere la pazienza e sfogare ingiustamente le tue preoccupazioni.

Impara a fermarti prima di perdere la pazienza

Impara a gestire le tue emozioni e a fermarti prima di perdere la pazienza.

Vuoi sapere a cosa mi riferisco con “perdere la pazienza”?

Te lo spiego subito.

Quando urli senza alcuna possibilità di replica all’altro.

Ti è successo con i tuoi figli?

Ti confesso che a me è successo una volta e mi ha fatto sentire in colpa per diversi giorni.

Ho chiesto scusa a mio figlio, in pratica subito dopo, ma ho capito che dovevo fare qualcosa affinché non capitasse più.

La causa era la stanchezza psico-fisica accumulata nel tempo e mettendo in pratica, con attenzione, le soluzioni di cui vi ho parlato, ho ripreso in mano il mio equilibrio.

Sono felice di affermare che non mi è più capitato di perdere la pazienza da quel giorno.

Sbagliare è umano, persistere è da stolti!

Quando ti rendi conto che il tuo grado di pazienza vacilla, è meglio evitare alcune circostanze che possono peggiorare la situazione.

Conosci bene cosa può infastidirti?

Perfetto, evita possibilmente tutte queste cose, atteggiamenti e persone che in questo momento possono farti perdere la pazienza.

Naturalmente con i membri della famiglia, come i figli, ti consiglio di evitare il contrasto, magari quell’insegnamento lo rimanderai quando sarai più tranquilla.

Consigli per evitare di perdere la pazienza
Impara a fermarti prima di perdere la pazienza

Conclusioni

Perdere la pazienza con i figli (e non solo) è un’esperienza che viviamo tutti (o quasi).

In fin dei conti siamo esseri umani, ma comprendere le cause che ci portano a perdere la pazienza è utile a trovare delle soluzioni efficaci per evitarlo.

Mia nonna mi diceva sempre che “la pazienza è la virtù dei forti” e ti confesso che ho compreso, negli anni, quanto questa sia una grande verità.

Ti ho spiegato alcune soluzioni efficaci che possono evitarti di perdere la pazienza con i tuoi figli (e non solo).

Perdere la pazienza, in particolare con i figli, è frustante e rischia di rovinare il rapporto costruito con amore.

Ecco perché ho affrontato questo delicato argomento che spero sia utile anche a voi per evitare di perdere la pazienza con i figli (e non solo).

Ti aspetto nel prossimo articolo!

Iscriviti alla newsletter e ricevi il contenuto Premium "Come vivere la giornata in modo positivo"

CONDIVI L’ARTICOLO SUI SOCIAL SE PENSI SIA UTILE AD ALTRI GENITORI

Condividi il post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli pubblicati

EDUCAZIONE POSITIVA: PRINCIPI E BENEFICI
Ricominciare

Educazione positiva: Principi e benefici

L’educazione positiva è una filosofia educativa che offre ai genitori un approccio alternativo verso i propri figli attraverso la comprensione e l’empatia.